No 1

Colomba, Giovanni Antonio

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 1585 Arogno, morte 29.3.1650 Arogno, catt., di Arogno. Figlio di Andrea, stuccatore. ∞ Caterina Calanca, di Arogno. Si formò nella bottega bresciana del padre, e a Brescia, nella chiesa di S. Maria delle Grazie e nel duomo vecchio, realizzò i suoi primi lavori. A partire dal 1615 fu presente a più riprese nel paese d'origine, dove occupò cariche pubbliche, assumendo nel contempo gran parte delle committenze religiose della prima metà del XVII sec. nelle chiese del basso Ceresio, del Mendrisiotto e del basso Lario. Nella produzione artistica del decennio 1630-40 si rileva l'attenuazione dell'iniziale influsso della matrice manieristica, con una progressiva adesione al gusto e alle forme barocche. C. mostra grandi capacità narrative, spec. nell'esecuzione di grandi statue, dal rilievo corposo e denso e dalla caratteristica tipologia fisionomica, che costituiscono una sorta di sigla dello stuccatore.


Bibliografia
– L. Pedrini Stanga, I Colomba di Arogno, 1994 (19982), 69-121 (con bibl. e elenco delle op.)

Autrice/Autore: Lucia Pedrini Stanga