10/02/2012 | segnalazione | PDF | stampare | 

Rocourt

Com. JU, distr. Porrentruy; (1148: Rocort). Villaggio costituito da due quartieri lineari, perpendicolari all'asse della strada Porrentruy-Besançon. Pop: 214 ab. nel 1818, 272 nel 1850, 232 nel 1900, 187 nel 1950, 142 nel 2000. Fino al XV sec. la storia di R. si intreccia con quella dei signori omonimi, che ripetutamente si rifiutarono di prestare omaggio ai vescovi di Basilea; estintasi la fam., la piccola signoria ritornò al principato vescovile. Situato nella grande giurisdizione (mairie) di Chevenez (signoria dell'Ajoie), durante il dominio franc. R. fece parte dei Dip. del Mont-Terrible e dell'Haut-Rhin (1793-1813); dal 1815 al 1978 fu un com. del cant. Berna (baliaggio e poi distr. di Porrentruy). Sul piano ecclesiastico dipese da Grandfontaine fino al 1876; la parrocchia di R. fu riconosciuta da Berna solo nel 1935. La chiesa di S. Francesco Saverio venne costruita tra il 1857 e il 1859. Nel 1836 R. adottò lo statuto di commune mixte. Il villaggio ha conservato il suo aspetto rurale; nel 2005 il settore primario offriva il 72% dei posti di lavoro. All'inizio del XXI sec. la maggior parte dei salariati lavorava fuori com.


Bibliografia
– A. Daucourt, Dictionnaire historique des paroisses de l'ancien évêché de Bâle, 6, 1905, 26-43 (rist. 1980)

Autrice/Autore: Dominique Prongué / ddo