Montmelon

Ex comune JU, distretto Porrentruy, dal 2009 forma con Epauvillers, Epiquerez, Montenol, Ocourt, Saint-Ursanne e Seleute il comune di Clos du Doubs; (1373: Momolon). Il territorio di M., situato nel Clos du Doubs, comprende numerose enclave; l'abitato è costituito da frazioni e fattorie sparse, fra cui M.-Dessous, M.-Dessus e Ravines, poste su un'ansa del Doubs a sud di Saint-Ursanne, e Sur-la-Croix e Outremont, sul versante sud della catena del Lomont, a nord di Saint-Ursanne; il passo della Croix (a 789 m) collega il Clos du Doubs all'Ajoie. Pop: 244 ab. nel 1818, 246 nel 1850, 212 nel 1900, 167 nel 1950, 92 nel 2000. M. era una piccola signoria (courtine) del capitolo di Saint-Ursanne, che vi possedeva quattro colonie. Fece parte della prepositura di Saint-Ursanne nel principato vescovile di Basilea, poi dei Dip. franc. del Mont-Terrible e in seguito dell'Haut-Rhin (1793-1813) e del cant. Berna (baliaggio, più tardi distr. di Porrentruy, 1815-1978). Ha sempre fatto capo alla parrocchia di Saint-Ursanne. Durante l'ancien régime gli ab. di M. erano legati a Saint-Ursanne da un patto di comborghesia. Distrutto dagli Svedesi nel 1637, il com. fu abbandonato e ripopolato alla fine del XVII sec. M. è una commune mixte dal 1836. All'inizio del XXI sec. conservava il suo carattere rurale.


Bibliografia
– F. Chèvre, Histoire de St-Ursanne, du chapitre, de la ville et de la prévôté de ce nom, 1887, 798-808 (rist. 1981)
Saint-Ursanne et le Clos du Doubs, 1983

Autrice/Autore: Dominique Prongué / frm