Grafenried

Ex comune BE, distretto Fraubrunnen, circoscrizione amministrativa Berna-Mittelland, dal 2014 parte del comune di Fraubrunnen. Situato sull'altopiano orientale di Rapperswil; (1258: Gravenriet; 1262: Riede). Il territorio com. comprendeva il villaggio di G. e le frazioni di Buchhof e Binel, sorte nel XVI sec. Pop: 262 ab. nel 1764, 640 nel 1850, 556 nel 1900, 692 nel 1950, 899 nel 2000. Sono attestati tumuli della cultura di Hallstatt nella zona dell'Eichsberg, una villa forse di epoca romana, un sito tardomedievale abbandonato presso Wille/Wittenberg e una rete di approvvigionamento idrico tardomedievale nel villaggio. I beni, la giurisdizione e il patronato, una volta proprietÓ dei conti von Thierstein, furono acquistati dal convento di Fraubrunnen nel XIII sec. Durante la Riforma G. pass˛ con il convento al baliaggio bernese di Fraubrunnen nella giurisdizione di Zollikofen (1528). Una prima chiesa ad aula unica fu eretta nel VII o VIII sec. fuori dal villaggio, sulla strada verso Fraubrunnen e sopra una costruzione sepolcrale di epoca postromana (l'edificio attuale Ŕ del 1748). Acquisita dal convento nel 1258, nel 1535 divenne la chiesa parrocchiale di G. e Fraubrunnen. Nel XIX sec. alla cerealicoltura si affiancarono l'allevamento e l'economia lattiera (caseificio del 1848). Dal 1933 al 1935 si procedette a una risistemazione parcellare. L'apertura della stazione (1916) sulla linea della ferrovia Soletta-Zollikofen-Berna (oggi trasporti regionali Berna-Soletta) non cambi˛ il carattere contadino e artigianale del villaggio. Dopo il 1970 si svilupp˛ un'attivitÓ industriale (rottamazione di automobili, costruzioni in metallo e acciaio, fabbrica di oggetti in legno); dal 1976 furono costruiti i quartieri nuovi di Bachtelen e Sinfonia.


Bibliografia
– P. Zryd, Grafenried zur Zeit der Dreifelderwirtschaft, 1942
– AA. VV., Das Versorgungsgebiet der Elektra Fraubrunnen, 1979
– H. Schneeberger, Bauinventar der Gemeinde Grafenried, 2001

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / sma