02/08/2007 | segnalazione | PDF | stampare

Lugnez

Com. JU, distr. Porrentruy; (501-600: Lugduniaco; 1225: Lunigie). L. è situato nella parte orientale dell'Ajoie, all'incrocio di due strade che conducono in Francia, con un asse più sviluppato a sud, in direzione di Damphreux. Pop: 235 ab. nel 1818, 292 nel 1850, 273 nel 1900, 275 nel 1950, 227 nel 2000. Le vestigia di una villa romana sono state rinvenute a nord est del villaggio, presso la cappella di S. Imerio. Nel ME L. condivise il destino incerto dell'avogadria dell'Ajoie, integrata nel principato vescovile di Basilea alla fine del XIII sec. L'abbazia di Bellelay e il capitolo di Moutier-Grandval vi possedevano delle colonie. In seguito il com. fece parte della giurisdizione (mairie) di Cœuve (fino alla fine dell'ancien régime), dei Dip. franc. del Mont-Terrible e dell'Haut-Rhin (1793-1814) e del baliaggio poi distr. bernese di Porrentruy (1815-1978). Nel 1836 adottò lo statuto di commune mixte. L. è sempre dipeso dalla parrocchia di Damphreux. Secondo la tradizione S. Imerio, eremita ritiratosi nella valle della Suze, cui diede il suo nome, nacque a L. Meta di pellegrinaggi, la cappella a lui dedicata venne saccheggiata durante la guerra dei Trent'anni; trasformata a più riprese (1700, 1830, 1873), fu rinnovata nel 1969-70. Dal XIX sec. la distanza fra gli abitati di L. e Damphreux lungo la Cœuvatte si è progressivamente ridotta. Nel villaggio si pratica prevalentemente l'agricoltura.


Bibliografia
– L. Vautrey, Notices historiques sur les villes et les villages du Jura bernois, 2, 1863, 72-93 (rist. 1979)

Autrice/Autore: Dominique Prongué / gbp