01/12/2003 | segnalazione | PDF | stampare

Charmoille

Com. JU, distr. Porrentruy, situato nella valle dell'Allaine (che vi ha le sorgenti); (1136: Calmillis). A ovest del villaggio sorge l'antico priorato di Miserez. Pop: 581 ab. nel 1818, 599 nel 1850, 627 nel 1870, 512 nel 1900, 544 nel 1950, 426 nel 2000. Nei pressi di Miserez è stata rinvenuta una villa galloromana. Nel ME C. faceva parte dell'avogadria dell'Ajoie, che alla fine del XIII sec. venne integrata nel principato vescovile di Basilea. Alla fam. di nobili de C. apparteneva Hugues, uno dei fondatori dell'abbazia di Lucelle nel 1123-24. Il com. fece parte durante l'ancien régime della giurisdizione (mairie) di Alle, poi dei Dip. franc. del Mont-Terrible e dell'Haut-Rhin, quindi del distr. bernese di Porrentruy (1815-1978). Nel 1836 C. adottò lo statuto di commune mixte. Nel 1145 la chiesa (sotto il patronato di S. Stefano) dipendeva dall'abbazia di Lucelle; la parrocchia di C. o di La Baroche fu l'unica dell'Ajoie a dipendere dal vescovo di Basilea prima del 1779. Nel 1517, per ordine del vescovo Christoph von Utenheim, venne costruito un altoforno che rimase in funzione per due o tre anni. Nel 1525 due basilesi ottennero la concessione per fabbricare palle da cannone per gli arsenali di Basilea, Berna e Soletta; nel 1535, tuttavia, l'impresa aveva già chiuso i battenti. Alla fine del XIX sec. ha preso avvio una timida attività industriale. A C. viene praticata la frutticoltura (ciliege per la produzione di kirsch).


Bibliografia
– L. Vautrey, Notices historiques sur les villes et les villages du Jura bernois, 1, 1863, 78-108 (rist. 1979)
– M. Steiner, «La sidérurgie jurassienne aux XVIe et XVIIe siècles», in Actes SJE, 1985, 107-130

Autrice/Autore: Dominique Prongué / pre