24/05/2004 | segnalazione | PDF | stampare

Bonfol

Com. JU, distr. Porrentruy; (1136: Bunfol; antico nome ted.: Pumpfel). Grande villaggio situato sulla punta nordorientale dell'Ajoie, al confine franco-sviz. (negli anni 1914-18 il fronte tra gli Alleati e la Germania cominciava presso Le Largin). Secondo la tradizione, B. sarebbe stato fondato là dove sorgevano i villaggi di Bonfol-le-Vieux, Trunchéré e Vareroille, distrutti durante le guerre di Borgogna da Stephan von Hagenbach, al servizio di Carlo il Temerario. Pop: 805 ab. nel 1770, 1263 nel 1850, 1340 nel 1900, 1017 nel 1950, 679 nel 2000. Nel 1885 in zona Cras Chalet venne scoperta una necropoli merovingia. Nel ME B. condivise le sorti dell'avogadria dell'Ajoie, integrata nel principato vescovile di Basilea alla fine del XIII sec. Durante l'ancien régime il com. fece parte della giurisdizione (mairie) di Coeuve, tra il 1792 e il 1814 dei Dip. del Mont-Terrible e dell'Haut-Rhin (F), dal 1815 al 1978 del baliaggio poi distr. bernese di Porrentruy. Nel 1836 B. adottò lo statuto di commune mixte. Sul piano religioso, B. faceva capo a Damphreux, da cui si distaccò nel 1619 per formare con Vendlincourt una parrocchia che fino al 1779 dipese dalla diocesi di Besançon. La chiesa di S. Lorenzo fu costruita nel 1783-84. Villaggio agricolo, B. è conosciuto spec. per il suo vasellame, i caquelons (tegami in terraglia resistenti al calore). Dal 1912 all'artigianato (nel 1770 24 capifam. su 123 erano vasai) subentrò la produzione in serie. Il collegamento ferroviario con Porrentruy, instaurato nel 1901, favorì la diversificazione industriale: oltre alla ceramica furono prodotti cuscinetti a sfera in miniatura e casse per orologi (1914-18). Nel 1990 il settore secondario offriva il 58% degli impieghi. Gli stagni di B., menz. dal 1497 e predisposti per la pesca dal principe vescovo di Basilea nel 1751-54, sono riserva naturale dal 1961.


Bibliografia
– L. Vautrey, Notices historiques sur les villes et les villages du Jura bernois, 1, 1863, 25-36 (rist. 1979)
– C. Ammann, A. Dubail, Porrentruy-Bonfol-Alsace: histoire de la liaison ferroviaire internationale Porrentruy-Dannemarie via Bonfol et Pfetterhouse, 1983

Autrice/Autore: Dominique Prongué / pma