Diemerswil

Com. BE, distr. Fraubrunnen; (1257: Diemarswile). Situato sul pendio sudorientale del Moosseetal, comprende le frazioni di Dörfli, Kohlholz, Mettlen, Moos, Riedmatt e Wydacker, e appartiene alla parrocchia e al consorzio intercom. di Münchenbuchsee. Pop: 125 ab. nel 1764, 245 nel 1850, 282 nel 1880, 250 nel 1900, 249 nel 1920, 208 nel 1950, 145 nel 1980, 167 nel 2000. A Brandwald è stato rinvenuto un tumulo della cultura di Hallstatt (tomba con carro). D. apparteneva alla commenda di Münchenbuchsee, alla sua bassa giustizia e alla sua parrocchia; dopo il 1528 fece parte del baliaggio di Münchenbuchsee e dal 1803 di quello di Fraubrunnen. Nel XIX sec. il villaggio, dedito alla cerealicoltura, passò in parte all'economia lattiera; entrambe le attività sono praticate ancora oggi. Nel 1981 venne realizzato un raggruppamento forestale. Dal 1827 D. dispone di una scuola propria; per il livello secondario fa riferimento a Münchenbuchsee. Nel XIX sec. l'ist. di Hofwil fece di Mettlen un'azienda agricola modello. Il cosiddetto castello, un'antica residenza di campagna, fu demolito nel 1969. Nel 2000 il settore primario forniva oltre il 50% dei posti di lavoro a D., mentre più della metà degli attivi residenti nel com. era costituita da pendolari in uscita, spec. verso Berna.


Bibliografia
Beiträge zur Geschichte von Münchenbuchsee, 1-, 1972-
– M. Gerber, Bauinventar der Gemeinde Diemerswil, 2002

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / lta