Noirmont, Le

Com. JU, distr. Franches-Montagnes; (1454: Noirmont; antico nome ted.: Schwarzenberg). Si estende dall'altopiano delle Franches-Montagnes (a ca. 1100 m) fino alle sponde del Doubs e comprende le frazioni di Les Barrières, Le Cerneux-Joly, Le Creux-des-Biches, Les Esserts, Le Peu-Péquignot, Sous-les-Craux e Les Côtes. Pop: 878 ab. nel 1818, 1544 nel 1850, 1892 nel 1870, 1681 nel 1900, 1455 nel 1950, 1561 nel 2000. Parte del principato vescovile di Basilea, N. appartenne alla signoria delle Franches-Montagnes e in seguito fu annesso ai Dip. franc. del Mont-Terrible e dell'Haut-Rhin (1793-1813) e quindi al cant. Berna (1815-1978). Sul piano ecclesiastico la comunità di N., attestata nel 1400 ca., dipese dalla parrocchia matrice di Montfaucon, prima di essere eretta a parrocchia autonoma (1596). Nel 1513 fu costruita una cappella. L'antica chiesa di S. Umberto (XVII sec., navata ricostruita nel 1883-84), sconsacrata nel 1969, è stata trasformata in uno spazio per attività culturali. Una nuova chiesa, pure dedicata a S. Umberto, è stata edificata fra il 1964 e il 1969. Con la diffusione dell'orologeria nelle Franches-Montagnes alla fine del XVIII sec., N. divenne un centro di riferimento per le casse di orologio in oro e argento, con un proprio ufficio per il controllo dei metalli preziosi. Il forte sviluppo del settore orologiero nella seconda metà del XIX e all'inizio del XX sec., con l'insediamento di fabbriche di orologi (Pronto, Aubry Frères), trasformò N. in un villaggio urbanizzato a scapito delle frazioni che vennero abbandonate. Il com. è dotato di una stazione delle Ferrovie del Giura (linea Saignelégier-La Chaux-de-Fonds dal 1892 e N.-Tramelan dal 1913). La centrale elettrica di La Goule sul Doubs fu costruita nel 1893-94. La scuola secondaria aprì nel 1904 e la scuola libera catt. di Les Côtes fu attiva dal 1919 al 1999 nell'ex orfanotrofio del 1904. Dal 1985 l'orologeria, la tornitura, la meccanica di precisione, la fabbricazione di formaggio (Tête de moine), la ristorazione, il turismo (anche equestre) hanno favorito la crescita economica del villaggio. Nel 2005 il settore secondario offiva il 46% dei posti di lavoro (il 60% nel 1910, il 68% nel 1960). L'ex pensionato di Roc-Montès (1905-07) accoglie dal 1985 il centro giurassiano di riabilitazione cardiovascolare. Dal 1991 a N. viene organizzato un festival musicale, il Chant du Gros, e dall'inizio degli anni 1990-2000 il carnevale delle Franches-Montagnes.


Bibliografia
– A.-P. Prince, Le Noirmont à travers les âges, 1955
– F. Noirjean, «La grande communauté du Noirmont», in Le Franc-Montagnard, 21.2.1974
– M. Arnoux, «Le Noirmont: un village périphérique face à son avenir économique», in Les Intérêts de nos régions, 1984, 165-190
– AA. VV., Carimentran: le carnaval franc-montagnard, 1998

Autrice/Autore: François Kohler / gbp