Genevez, Les

Com. JU, distr. Franches-Montagnes; (1381: Les Geneveys). Comprende G. e numerose frazioni, tra cui Le Prédame et Les Vacheries. Pop: 458 ab. nel 1818, 665 nel 1850, 733 nel 1900, 556 nel 1950, 516 nel 2000. Nel 1284 e 1331 il vescovo di Basilea concesse all'abate di Bellelay di accogliere dei coloni nelle terre del convento. G. fece parte fino al 1792 della piccola signoria, detta Courtine, di Bellelay, fino al 1814 della Repubblica rauracica e poi dei Dip. franc. del Mont-Terrible e dell'Haut-Rhin, dal 1815 al 1975 del baliaggio poi distr. bernese di Moutier. Nel 1975 il com. approvò (223 voti a favore, sei contrari) l'unione con il cant. Giura; nel 1976 venne incorporato nel distr. delle Franches-Montagnes. Fino al 1792 (e poi dal 1807 al 1907) G. e Lajoux formarono un'unica parrocchia, Lajoux-Madeleine, posta sotto il patrocinio di Maria Maddalena. La chiesa, costruita tra Bellelay e G. nel XIV sec., è stata sostituita da quella eretta nel villaggio nel 1620 (ricostruita nel 1935). Nel 1562 Bellelay cedette a G. alcuni pascoli e boschi, ponendo così termine a un lungo conflitto. Dal 1853 G. è una commune mixte. Le attività principali praticate dai suoi ab. furono l'allevamento, l'agricoltura e lo sfruttamento dei boschi fino all'arrivo dell'industria orologiera nel XIX sec. Nel 2000 oltre la metà delle persone attive lavorava nel settore secondario. Nel 1981 è stato aperto a G. il Museo rurale del Giura.


Bibliografia
– R. Pinot, Paysans et horlogers jurassiens, 1887, 1-187 (19792)
– M. Babey, Réhabilitation de l'habitat rural jurassien: le cas des Genevez, 1985

Autrice/Autore: Claude Rebetez / cor