• <b>Federico I (Barbarossa)</b><br>L'imperatore Federico Barbarossa in viaggio per la terza crociata nel 1189, nella raffigurazione immaginata nel 1485 dal disegnatore della <I>Spiezer Chronik</I> di  Diebold Schilling (Burgerbibliothek Bern, Mss.h.h.I.16, p. 47). Nella sua cronaca bernese Schilling fa spesso riferimento ai monarchi e alle celebrità europee, per sottolineare l'importanza della città dei von Zähringen. In questo caso, la scena del viaggio in mare è simbolica e non riflette per nulla le condizioni materiali dei viaggi alla fine del XII secolo.

Federico I (Barbarossa)

nascita 1122, morte 10.6.1190 annegato nel fiume Salef (Asia Minore) durante la terza crociata. Figlio di Federico II di Hohenstaufen, duca di Svevia, e di Giuditta, della casa dei Guelfi. ∞ 1) (1149?) Adela von Vohburg; 2) (1156) Beatrice di Borgogna, figlia di Rainaldo III. Duca di Svevia (1146), re di Germania (1152) e imperatore (1155), condusse sei spedizioni in Italia, attraversando il Lucomagno (1164, 1176, 1186) e soggiornando a Basilea, Ginevra, Lenzburg e Avenches. Nell'ambito della politica perseguita dal suo casato in territorio sviz., in un primo tempo F. cercò di giungere a un accordo con il duca Berchtold IV von Zähringen. Nel 1156 acquisì i diritti sulla Borgogna e sulla Provenza e il potere di Berchtold, o meglio del suo rettorato, venne così limitato al territorio di influenza degli Zähringen fra le Alpi e il Giura; Berchtold ottenne in cambio i diritti (investitura delle regalie) - che fino ad allora gli erano stati preclusi - nelle diocesi di Losanna, Ginevra e Sion, ma poté farli valere solo a Losanna. Dopo il 1167 risp. il 1172, F. acquisì l'eredità dei conti von Pfullendorf e von Lenzburg, con i relativi baliaggi e diritti a Coira, San Gallo, Glarona e Argovia.

<b>Federico I (Barbarossa)</b><br>L'imperatore Federico Barbarossa in viaggio per la terza crociata nel 1189, nella raffigurazione immaginata nel 1485 dal disegnatore della <I>Spiezer Chronik</I> di  Diebold Schilling (Burgerbibliothek Bern, Mss.h.h.I.16, p. 47).<BR/>Nella sua cronaca bernese Schilling fa spesso riferimento ai monarchi e alle celebrità europee, per sottolineare l'importanza della città dei von Zähringen. In questo caso, la scena del viaggio in mare è simbolica e non riflette per nulla le condizioni materiali dei viaggi alla fine del XII secolo.<BR/>
L'imperatore Federico Barbarossa in viaggio per la terza crociata nel 1189, nella raffigurazione immaginata nel 1485 dal disegnatore della Spiezer Chronik di Diebold Schilling (Burgerbibliothek Bern, Mss.h.h.I.16, p. 47).
(...)


Bibliografia
– F. Opll, F. Barbarossa, 1994 (ted. 1990, 19983)

Autrice/Autore: Hartmut Heinemann / did