Enrico II (il Santo)

nascita 6.5.973 (978?) Baviera, morte 13.7.1024 nel palazzo reale di Grona (oggi Gottinga), sepoltura Bamberga (Baviera). Figlio di Enrico il Litigioso, duca di Baviera, e di Gisella di Borgogna, del ramo bavarese degli Ottoni. ∞ Cunegonda, figlia del conte Sigfrido di Lussemburgo. Fu duca di Baviera (995-1004), re di Germania (dal 1002) e imperatore (dal 1014). Lo zio Rodolfo III, re di Borgogna, lo designò quale successore, decisione confermata nel 1016. E. consolidò il sistema ecclesiastico imperiale e appoggiò la riforma conventuale in Lorena; sostenne pure la diocesi di Basilea, porta d'accesso ai passi del Giura e alla Borgogna. Soggiornò a diverse riprese a Basilea, ad esempio nel 1019 in occasione della consacrazione della cattedrale, cui probabilmente donò l'antependio dorato dell'altare. Nel 1020 sottopose l'abbazia di Disentis al vescovo di Bressanone (Alto Adige). Canonizzato nel 1146, viene venerato come secondo patrono della diocesi di Basilea.


Bibliografia
– C. Pfaff, Kaiser Heinrich II., 1963
HS, III/1, 522
– K. J. Benz, Untersuchungen zur politischen Bedeutung der Kirchweihe unter Teilnahme der deutschen Herrscher im hohen Mittelalter, 1975, 159-166
HbSG, 139-147
LexMA, 4, 2037-2039
– C. Pfaff (a cura di), Corpus inscriptionum medii aevi Helvetiae, 3, 1992, 59-64
– S. Hess, «Zwischen Verehrung und Versenkung. Zum Nachleben Kaisers Heinrichs II. in Basel», in BZGA, 102, 2002, 83-143
– S. Hess, «Heinrich II. Deutscher Kaiser und Stadtheiliger von Basel (973/1002-1024)», in Freunde des Klingentalmuseums. Jahresbericht, 2003, 10-19

Autrice/Autore: Veronika Feller-Vest / sgh