09/07/2010 | segnalazione | PDF | stampare

Pregny-Chambésy

Com. GE, situato sulla sponda destra del lago di Ginevra, a 3 km da Ginevra, e attraversato dall'antica strada Ginevra-Nyon. Pop: 12 fuochi all'inizio del XVI sec., 463 ab. nel 1850, 651 nel 1900, 1093 nel 1950, 3009 nel 2000. In origine il territorio com. comprendeva il villaggio di Pregny (1113: Priniacum), le frazioni di Chambésy-Dessus e di Chambésy-Dessous (1277: Sambesie) e il quartiere di Roilbot, cui si aggiunsero in seguito quartieri moderni. Nella località la presenza umana è attestata dal Neolitico. Il feudo di P. dipendeva dalla signoria di Gex mentre le decime venivano percepite dal capitolo di S. Pietro di Ginevra. P. condivise le sorti del Paese di Gex: assoggettato dapprima alla Savoia (1353-1536), fu conquistato da Berna nel 1536 e restituito alla Savoia nel 1567. Sottomesso e amministrato da Ginevra (1590-1601), nel 1601 fu annesso alla Francia e infine attribuito a Ginevra nel 1815. Istituito nel 1816, il com. fu denominato Pregny fino al 1960. La chiesa di S. Petronilla è cit. con questo titolo dal 1481. Passata alla Riforma nel 1536, la parrocchia ridivenne catt. nel 1685. L'attuale chiesa parrocchiale fu costruita nel 1862-63. Durante il Kulturkampf P. fu tra i com. in cui sorsero aspri conflitti e vennero destituite le autorità municipali. La cappella prot. (1901) di Chambésy dipende dalla parrocchia di Le Grand-Saconnex. Il Centro ortodosso del Patriarcato ecumenico, creato nel 1966, riunisce diversi organi centrali della Chiesa ortodossa. Da villaggio agricolo, P. si è trasformato in com. residenziale con una predominanza del settore terziario (89% dei posti di lavoro nel 2005). A P. sorgono alcune magnifiche proprietà - tra cui il castello Rothschild (1858-60), Le Reposoir (1755), La Fenêtre, (1820-22) - alcune delle quali ospitano missioni permanenti dell'ONU (Les Ormeaux, 1835-36). Il castello di Penthes (casa padronale del XVIII sec. eretta sul sito di una casa fortificata del XIV sec.) accoglie dal 1972 il Museo degli Svizzeri nel mondo; un edificio annesso è dedicato dal 1984 al generale Guillaume-Henri Dufour. L'ex albergo Carlton, un tempo convitto Thudicum, dal 1946 ospita la sede del CICR.


Bibliografia
– A. Brulhart, E. Deuber-Pauli, Ville et canton de Genève, 1985 (19932)
– G. Fatio, Pregny-Chambésy, 2000 (ed. rivista e completata da R. Perrot e P. Heiniger)

Autrice/Autore: Dominique Torrione-Vouilloz / gbp