Vinelz

Com. BE, distr. Erlach, circoscrizione amministrativa Seeland; (1228: Fenis; antico nome franc.: Fenil). Situato all'estremità sudoccidentale del lago di Bienne e ai piedi dello Schaltenrain, comprende il villaggio di V. e le fattorie di Budlei. Nel 1852 adottò lo statuto di commune mixte. Pop: 236 ab. nel 1764, 580 nel 1850, 462 nel 1900, 418 nel 1950, 735 nel 2000. Sono stati rinvenuti resti di insediamenti preistorici datati tra il Neolitico e il Bronzo finale, che si susseguivano lungo la riva del lago a continuazione di quelli di Lüscherz; ulteriori testimoni di una precoce colonizzazione sono le tracce di un abitato del Bronzo antico a Schattewil e i resti di insediamenti romani nel Mieschzälg e a Flachseren. Nel ME V. faceva parte della signoria di Erlach. Nel 1474 risp. 1528 i diritti giurisdizionali e di patronato passarono a Berna e il villaggio fu assegnato alla giuridiszione di Ins nel baliaggio di Erlach. La chiesa di S. Maria (menz. 1228), probabilmente fondata dai conti von Fenis residenti nella fortezza di Fenis (o Hasenburg) sopra V., ed edificata agli inizi del XIII sec., presenta affreschi del XIV sec. (trasformazioni dal 1484). Il com. parrocchiale di V. comprende anche Lüscherz. Nel villaggio, dedito all'agricoltura e al piccolo artigianato, e lungo la riva del lago dagli anni 1960-70 sono sorte residenze secondarie. Grazie alla gastronomia, ai tre campeggi e al porto turistico all'inizio del XXI sec. V. era un luogo di svago per le regioni circostanti; la residenza di campagna Obere Budlei, costruita dal patrizio bernese Emanuel Gaudard dopo il 1691, era una comproprietà.


Bibliografia
– H.-R. Egli, Die Herrschaft Erlach, 1983
– E. Gross, Vinelz-Ländti: Grabung 1979, 1986
– C. Kessler Loertscher, Bauinventar der Gemeinde Vinelz, 2001

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / lta