Laconnex

Com. GE, situato nella Champagne; (1225: Laconay; 1231: Lacunay). Pop: 241 ab. nel 1860, 247 nel 1900, 218 nel 1950, 236 nel 1970, 540 nel 2000. Com. rurale, Ŕ stato abitato senza interruzioni sin dall'epoca romana. Nel 1225 il conte Guglielmo di Ginevra cedette al priorato di S. Vittore tutti i suoi diritti sul villaggio. Nel 1519 il duca di Savoia al fine di conservare il controllo sul priorato fece imprigionare il priore Franšois Bonivard, sostituendolo con un suo protetto, Jean de Brisset de Lacconay, signore di L. All'epoca il villaggio possedeva una chiesa parrocchiale dedicata alla Nostra Signora; si Ŕ conservata una casaforte risalente al XV sec., che nel XVII sec. appartenne alla fam. de la Grave. Nel 1536 L. aderý alla Riforma (la parrocchia era servita dal pastore di Chancy). Il beneficio di L. venne attribuito a Ginevra dal recesso di Basilea nel 1544. Con il trattato di Losanna del 1564 il villaggio venne posto sotto la doppia sovranitÓ di Ginevra e della Savoia. Con quello di Torino del 1754 pass˛ al Regno di Sardegna e torn˛ al cattolicesimo. Il trattato di Torino del 1816, infine, lo assegn˛ al cant. Ginevra, dove form˛ un com. unico con Avusy e Soral. L. divenne com. indipendente nel 1850. Nel 2001 la pop. era in maggioranza catt. (parrocchia di Soral-L.) e gli agricoltori costituivano oltre la metÓ della pop. attiva. I rif. dipendono dalla parrocchia della Champagne.


Bibliografia
Encycl.GE, 1-2
HS, III/2, 239-338
– D. Hiler, Laconnex-Soral, 2000

Autrice/Autore: Catherine Santschi / gbp