No 1

Moritzi, Alexander

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 24.2.1806 Coira, morte 13.5.1850 Coira, rif., di Coira. Figlio di Gregorius, usciere delle Tre Leghe, e di Elsbeth Pedolin. ∞ (1842) Antoinette Pernette Girod. Dopo le scuole a Coira studiò pedagogia a Basilea e botanica a Lipsia e Monaco. Insegnante a Coira (1829), si perfezionò in botanica a Ginevra (1832-36) e lavorò sotto la guida di Augustin-Pyramus de Candolle (che in suo onore denominò un genere "Moritzia"). Insegnò scienze naturali alla scuola cant. di Soletta (1839-46). Nel 1847 realizzò i giardini del Rosenhügel a Coira, dove fu municipale e membro del consiglio scolastico. Pres. della Soc. grigionese di scienze naturali (1848-49), nel 1849 fondò il settimanale didattico Neues Volksblatt, che uscì per breve tempo. Assurto a notorietà con i suoi studi sulla flora della Svizzera (1832, 1844 e 1847) e dei Grigioni (1839), si interessò anche di botanica agricola e di piante dell'isola di Giava. Benché le sue scelte nell'ambito della classificazione siano oggetto di discussione, può essere considerato un precursore di Charles Darwin.


Opere
Réflexions sur l'espèce en histoire naturelle, 1842 (rist. in facsim. con intr. biografica, 1934)
Archivi
– Erbario presso Conservatoire et jardin botaniques, Ginevra
Bibliografia
– A. Lang, «A. Moritzi, ein schweizerischer Vorläufer Darwins», in Mitteilungen der Naturforschenden Gesellschaft Solothurn, 1904-1906, fasc. 3, 227-239
– J. Bloch, «Biographische Notizen über A. Moritzi (1806-1850)», in Mitteilungen der Naturforschenden Gesellschaft Solothurn, 1904-1906, fasc. 3, 241-356 (con elenco delle op.)

Autrice/Autore: Luc Lienhard / sma