No 1

Jacot-Guillarmod, Jules

nascita 24.12.1868 La Chaux-de-Fonds,morte 5.6.1925 nel golfo di Aden (Yemen), sepoltura probabilmente il 6.6.1925 ad Aden, rif., di La Chaux-de-Fonds. Figlio di Jules, pittore di animali e maestro di disegno, e di Adèle Emma Courvoisier. ∞ (1907) Madeleine Bovet. Studiò medicina a Losanna e Zurigo (1888-97), conseguendo il dottorato nel 1897. Fu poi medico a Corsier (GE), Lignières e Saint-Blaise; dal 1912 diresse la clinica psichiatrica di Prilly. Alpinista e viaggiatore scientifico, compì diversi viaggi nell'Himalaya (1902, 1903 e 1905). Si oppose ai progetti di ferrovie alpine nelle regioni della Jungfrau, del Cervino e di Les Diablerets. Fu pres. della Soc. sviz. di geografia (1917-20). Su richiesta dei governi di Austria e Ungheria e della Mezzaluna Rossa turca, nel 1919 fu incaricato dal CICR, insieme a George Montandon, di rendere visita ai prigionieri di guerra deportati in Siberia, di occuparsi del loro approvvigionamento e di chiarire le questioni legate al loro rimpatrio. Nel 1925 tentò la traversata dell'Africa da nord a sud, ma dovette rinunciare all'impresa già all'altezza del lago Vittoria perché colpito da malattia.


Opere
Six mois dans l'Himalaya, le Karakorum et l'Hindu-Kush, [1904]
Bibliografia
– M. Kurz, «J. Jacot-Guillarmod», in Berge der Welt, 3, 1948, 191-198
Biogr. NE, 4, 148-153

Autrice/Autore: Urban Schertenleib / ato