03/09/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Avully

Com. GE, nella Champagne, comprendente A.-Village, Epeisses, Eaumorte e Gennecy; (1220: Avulie). Pop: 305 ab. nel 1850, 368 nel 1900, 307 nel 1950, 469 nel 1960, 1041 nel 1970, 1736 nel 2000. Dal 1220 alcune terre situate ad A. furono concesse dai conti di Ginevra al priorato ginevrino di S. Vittore. I diritti di alta giustizia, detenuti dapprima dai conti di Ginevra, passarono nel 1402 ai conti di Savoia; acquisiti da Berna nel 1536, nel 1567 tornarono ai Savoia; gli altri diritti spettavano invece a S. Vittore. Attribuito alla Francia (con Chancy ed Aire-la-Ville) dal trattato di Lione (1601), che poneva fine alla guerra tra la Francia e la Savoia, nel 1604 A. fu donato da Enrico IV a Ginevra; tuttavia, in seguito al rifiuto da parte del parlamento di Borgogna di registrare la donazione, fino al trattato di Parigi (1749) A. rimase legato a S. Vittore e dispose di una sovranità limitata: il re franc. emanava i giudizi in appello e faceva eseguire le sentenze capitali, mentre gli altri diritti appartenevano a Ginevra. I tributi indebitamente riscossi dai tesorieri di Francia furono spesso fonte di conflitti. Con lo scioglimento del com. degli ab. (1794), A. andò a formare uno dei 15 distr. rurali che circondavano Ginevra; la creazione del com. propriamente detto risale alla legge franc. del 17.2.1800. Sul piano spirituale A. faceva capo alla parrocchia di Chancy, rif. dal 1536; nel 1544 il recesso di Basilea ne attribuì il beneficio a Ginevra. Annessa nel 1716 per ragioni amministrative alla parrocchia di Cartigny, A. divenne parrocchia autonoma nel 1838; la chiesa di A. risale al 1716. Il villaggio ha conservato un carattere agricolo e viticolo; la centrale elettrica di Chancy-Pougny venne inaugurata nel 1925. Risalente all'epoca romana, il porto situato nell'ansa del Rodano a nord di Epeisses rimase in attività fino al XVIII sec. Un ponte (menz. dal 1291) venne distrutto nel 1321; da allora e fino al 1857, anno di costruzione del ponte di La Plaine, un traghetto assicurò il collegamento fra le due rive. Nel 1873 la viabilità del tratto stradale per Cartigny fu migliorata grazie alla costruzione del ponte del Nant des Crues e di una strada a mezza costa. L'aumento della pop. tra il 1970 e il 1990 è dovuto alla costruzione della zona residenziale di Gennecy e alla ristrutturazione di numerose abitazioni contadine da parte di ab. della città.


Bibliografia
– P. Bertrand, «Avully, commune genevoise», in Bulletin de l'Institut national genevois, 1952, 86-130
Avully, 1993

Autrice/Autore: Catherine Santschi / vfe