No 7

Colladon, Jean-Daniel

nascita 15.12.1802 Ginevra, morte 30.6.1893 Ginevra, rif., di Ginevra. Figlio di Henri, professore di collegio, e di Jeanne-Marthe Marié. ∞ Stéphanie-Andrienne Ador, figlia di Jean, giudice del tribunale di commercio e sindaco di Vandœuvres. C. studiò matematica a Parigi (1824). Nel 1827 ricevette il gran premio dell'Académie des sciences di Parigi per le ricerche condotte con l'amico Charles François Sturm sulla compressibilità dei liquidi. Effettuando misurazioni subacquee della velocità del suono gli venne l'idea di sondare la profondità dei mari tramite l'ecografia e di trasmettere segnali acustici fra le navi. Dopo aver lavorato nei laboratori di André Marie Ampère e di Joseph Fourier, C. collaborò alla creazione dell'Ecole centrale di Parigi (1828-29), dove insegnò fino al 1839. Professore di meccanica all'Acc. di Ginevra (1839-59), diresse la costruzione dell'officina del gas della città (1843-44), cogliendo l'occasione per compiere esperimenti sulle perdite energetiche dovute alla trasmissione del gas. Grazie a questi si rese conto della possibilità di utilizzare perforatrici ad aria compressa nello scavo delle gallerie. Nonostante una riuscita dimostrazione tenuta ad Etrembières (Alta Savoia, 1857) e numerose iniziative, dovette attendere il traforo del Gottardo nel 1872 perché Louis Favre lo chiamasse a collaborare in veste di ingegnere-consulente, incaricandolo in particolare della fornitura dell'aria compressa. Molto richiesto come ingegnere specializzato nei gas, C. diresse la costruzione della fabbrica di Napoli (1862). Fu pure autore di invenzioni utilizzate nella navigazione e di ricerche sull'elettricità atmosferica. Per il lavoro svolto al Gottardo (1884) ottenne il premio Fourneyron dell'Acc. delle scienze di Parigi.


Archivi
– Fondi presso ALS e BPUG
Bibliografia
– H. Favre, L'œuvre d'un physicien et ingénieur genevois, J.-D. Colladon, 1953
Livre du Recteur, 2, 532

Autrice/Autore: René Sigrist / gbp