Buttes

Ex comune NE, distretto Val-de-Travers, dal 2009 forma con Les Bayards, Boveresse, Couvet, Fleurier, Môtiers (NE), Noiraigue, Saint-Sulpice (NE) e Travers il comune di Val-de-Travers; (1300 ca.: Boutes). Territorio attraversato dal fiume Le Buttes. Pop: 654 ab. nel 1750, 1182 nel 1850, 1436 nel 1870, 1393 nel 1900, 919 nel 1950, 594 nel 1990, 644 nel 2000. B. dipese sul piano spirituale (X-XVI sec.) e territoriale (X-XIV sec.) dal priorato di Saint-Pierre di Vautravers, cui subentrò la castellania di Val-de-Travers fino al 1848. Sul luogo della cappella dedicata a S. Maurizio nel 1705 venne costruita una chiesa rif. B. formò una parrocchia con Saint-Sulpice fino al 1835. La comunità di B. si costituì nel 1522 e fece parte della corporazione dei Six Communes. Prima del 1848, B. fu un focolaio dei patrioti liberali. A B. sostavano coloro che percorrevano la Vy Saulnier, l'antica via franco-sviz. del sale. La strada per Sainte-Croix esiste dal 1843, mentre dal 1886 B. è il capolinea della ferrovia Regionale del Val-de-Travers (RVT). Tra il XV e il XIX sec. numerosi ab. di B. abbandonarono il paese ed emigrarono quali muratori e carpentieri. Dal 1714 si sfruttano giacimenti di asfalto, mentre tra il 1779 e il 1862 furono attive fabbriche di tegole. Nel XIX e XX sec. a B. venne prodotta una tisana medicinale detta tè sviz. Una manifattura orologiera fu attiva tra il 1901 e il 1991. Tra il 1967 e il 1983 fu condotta la riorganizzazione parcellare. La casa per anziani fu costruita nel 1958. Dal XIX sec. B. celebra l'entrata di Neuchâtel nella Conf. con la Festa delle Fontane (12.9). Nel 1990 il 15% della pop. attiva era impiegata nel settore primario.


Bibliografia
MAS NE, 3, 1968, 105-108

Autrice/Autore: Eric-André Klauser / pcr