19/07/2013 | segnalazione | PDF | stampare | 

Villiers

Ex com. NE, distr. Val-de-Ruz, unitosi nel 2013 con Boudevilliers, Cernier, Chézard-Saint-Martin, Coffrane, Dombresson, Engollon, Fenin-Vilars-Saules, Fontainemelon, Fontaines (NE), Pâquier, Geneveys-sur-Coffrane, Hauts-Geneveys, Montmollin e Savagnier per formare il com. di Val-de-Ruz; (1191: in Vilar; 1308: de Villier). Situato nella parte orientale della valle, comprende V. ai piedi dello Chaumont e presso la sorgente del Seyon, la frazione di Clémesin e, sulla cresta dello Chaumont-Chasseral, gli alpeggi di La Dame, Chuffort, l'Ile, Dombresson-Frienisberg e Aarberg (acquisito da Aarberg nel 1593 e ceduto a V. nel 1854). Pop: 12 fuochi nel 1531, 198 ab. nel 1750, 288 nel 1850, 399 nel 1900, 245 nel 1950, 394 nel 2000. È stato rinvenuto un sito di epoca romana non ancora oggetto di scavi. V. fece parte della signoria e della giurisdizione (mairie) di Valangin. Nel 1483 V. e Dombresson si spartirono boschi e pascoli. Sul piano ecclesiastico V. fa da sempre capo a Dombresson. Una sorgente d'acqua minerale, mai sfruttata, fu scoperta nel 1694. Lungo il fiume Seyon sorsero dei mulini. All'inizio del XX sec. l'economia locale si basava sulle attività agricole, artigianali e sull'industria orologiera. Nel 1903 V. era il capolinea della linea tranviaria Les Hauts-Geneveys, sostituita nel 1948 da un trolleybus (Les Hauts-Geneveys-V. e Neuchâtel-V.), poi da un autobus (1986). Dal 1965 gli allievi di V. frequentano la scuola a Dombresson. Dal 1980 V. è divenuta una zona residenziale.


Bibliografia
MAS NE, 3, 1968, 253-255

Autrice/Autore: Maurice Evard / luc