Landsassen

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Nella Svizzera ted. il termine designava le persone residenti in campagna dotate di un Landrecht (diritto territoriale), in particolare del diritto di stabilirsi in un determinato cant. senza essere cittadino o ascritto al patriziato di un luogo preciso. Nel 1779-80 Berna riuný i Senza patria, dal 1788 anche i figli illegittimi dei patrizi, in una particolare corporazione sottoposta alla camera dei Landsassen. Nel 1798 il ministero degli interni elvetico stim˛ a 5000 il numero di Landsassen appartenenti alla corporazione. Nel 1808 i Landsassen del vecchio cant. Berna furono ripartiti sui cant. di Berna, Argovia e Vaud e costretti alla naturalizzazione. Con lo stesso termine si indicavano anche i titolari di signorie giurisdizionali residenti in campagna e soggetti a una sovranitÓ territoriale. Nel cant. Appenzello Esterno erano considerati Landsassen i cittadini di Appenzello Interno convertiti alla fede rif., che ottennero il diritto di cittadinanza com. solo nel 1851, su ordine delle autoritÓ fed.


Bibliografia
Idiotikon, 7, 1361-1363
– H. Rennefahrt, GrundzŘge der bernischen Rechtsgeschichte, 1, 1928, 176
AppGesch., 2, 447 sg.
– T. D. Meier, R. Wolfensberger, "Eine Heimat und doch keine", 1998

Autrice/Autore: AndrÚ Holenstein / srg