Cernier

Ex comune NE, distretto Val-de-Ruz, dal 2013 forma con Boudevilliers, Chézard-Saint-Martin, Coffrane, Dombresson, Engollon, Fenin-Vilars-Saules, Fontainemelon, Fontaines (NE), Le Pâquier (NE), Les Geneveys-sur-Coffrane, Les Hauts-Geneveys, Montmollin, Savagnier e Villiers il comune di Val-de-Ruz; (1324: Cernies). Il territorio com. comprendeva l'insediamento principale su un altopiano (750-800 m), con la frazione di Montagne in altitudine (1190 m). Pop: 29 fuochi nel 1531, 279 ab. nel 1750, 633 nel 1850, 1361 nel 1900, 1563 nel 1920, 1440 nel 1950, 1921 nel 2000. Sito romano non ancora oggetto di scavi. La chiesa di Nostra Signora, succursale della parrocchia di Fontaines, rif. verso il 1535, fu separata dalla chiesa madre nel 1875; una parrocchia e una chiesa catt. esistono dal 1908. C. faceva parte della signoria, poi della giurisdizione (mairie) di Valangin. Villaggio dalle caratteristiche essenzialmente agricole fin verso il 1870, quando nel com. si stabilì una casa di vendita di tessuti e mobili, trasformata in fabbrica di mobili nel 1886. Capoluogo di distr. dal 1877, prefettura dal 1877 al 1935 e sede del tribunale. Dal 1880 C. ospita la scuola secondaria intercom., dal 1972 nota come centro scolastico La Fontenelle, cui fanno capo 11 com.; la scuola com. di agricoltura, fondata nel 1885, divenne cant. già nel 1886. Verso il 1900 vi erano diversi negozi e una filiale della Banca cant. (1911); nella medesima epoca venne modificato l'assetto urbanistico del com.: la via Frédéric Soguel divenne l'arteria principale lungo la ferrovia regionale a scartamento ridotto, creata nel 1903, tra Les Hauts-Geneveys (stazione FFS) e Villiers, sostituita dal filobus nel 1948 e dall'autobus nel 1986. Dopo il 1960 sono stati costruiti quartieri a forte densità abitativa e residenziali; lo sviluppo del settore commerciale ha reso C. il centro regionale del Val-de-Ruz.


Bibliografia
– E. Quartier-La-Tente, Le canton de Neuchâtel, 1915, 83-162
MAS NE, 3, 1968, 222-232

Autrice/Autore: Maurice Evard / pcr