Thielle-Wavre

Ex com. NE, distr. Neuchâtel, che dal 2009 forma il nuovo com. di La Tène con Marin-Epagnier; (1153: Tela, Thela; 1179: Vavra). T. nacque nel 1888 dalla fusione di Thielle e Wavre. La prima correzione delle acque del Giura portò nel 1894 a una modifica del confine cant. che da quel momento segue il corso del canale della Thielle: il castello, l'antico ponte e il dazio, situati in precedenza sulla sponda sinistra, furono ceduti a Berna (Pont-de-Thielle). Pop: (Thielle) 22 ab. nel 1750, 149 nel 1850, 230 nel 1880; (Wavre) 43 ab. nel 1750, 70 nel 1850, 105 nel 1880; (T.) 308 nel 1900, 277 nel 1950, 580 nel 2000. Sono venuti alla luce un villaggio del Neolitico medio a Thielle-Mottaz e delle stazioni del Neolitico e dell'età del Bronzo finale a Pont-de-Thielle. I piloni di almeno quattro ponti sono stati scoperti nel XIX sec. a Pont-de-Thielle, luogo di passaggio sul fiume attestato durante l'epoca romana e il ME. Sono stati inoltre rinvenuti un mausoleo romano del II sec. d.C. a Wavre-Les Biolles, una villa a Wavre-Les Perveuils, una peschiera del XIII-XIV sec. a Thielle-Bas de la Poissine e le fondamenta di case del XV e XVI sec. a Thielle-Bois de Montmirail. A Thielle si trovava un importante pedaggio signorile; la città di Neuchâtel ne ottenne una parte dal XVI sec. Il castello, adibito a prigione fino al 1848, era sede del tribunale civile e criminale della castellania di Thielle, da cui dipendeva anche Wavre, allodio donato all'abbazia di Fontaine-André nel 1179 ed eretto a comunità nel 1335. Sul piano spirituale, Thielle e Wavre facevano capo a Cornaux. Una cappella dedicata a S. Teodulo fu edificata a Wavre nel XII sec.; scomparve alla fine del XIII sec. La tenuta di Montmirail, fondata da Abram Tribolet nel 1618, venne acquisita nel 1722 dai von Wattenwyl. I Fratelli moravi vi crearono nel 1766 un pensionato per ragazze (poi scuola di lingue e di formazione professionale, dal 1988 proprietà di una comunità rif.). T. è da sempre dedito all'agricoltura; fino al XIX sec. a Thielle si praticava una modesta viticoltura. Dal 1970 T. si sta trasformando in un com. residenziale, anche se il suo territorio rimane per lo più destinato alle coltivazioni, spec. all'orticoltura.


Bibliografia
– W. Senft, Ceux de Montmirail, 1947
MAS NE, 2, 1963, 87-92
– J. Heyd, J.-J. Masson, Thielle-Wavre, 1987
– H. Schwab, Les premiers paysans sur la Broye et la Thielle, 1999
– P. Bridel, «Le mausolée de Wavre», in RHN, 2003, 171-188
– B. Arnold, A la poursuite des villages lacustres neuchâtelois, 2009
– AA. VV., Aménagements fluviaux de la Thielle au Moyen Age: pêcherie et moulin de Pré de la Mottaz, 2011

Autrice/Autore: Olivier Girardbille / gbp