Beau, Jean-Baptiste-Paul

nascita 26.1.1857 Bordeaux, morte 14.2.1926 Parigi. Fu ambasciatore di Francia in Svizzera dall'11.7.1911 al 23.2.1918. Nell'aprile del 1914 i passi diplomatici da lui intrapresi presso il pres. della Conf. Arthur Hoffmann portarono a un'intesa verbale per cui la Francia si impegnava a garantire l'approvvigionamento della Svizzera in caso di guerra. Durante il conflitto mondiale, B. si adoper˛ per convincere il suo governo dell'assoluto attaccamento della Svizzera alla neutralitÓ. Ebbe inoltre un ruolo di rilevo nelle trattative economiche che precedettero la creazione della Soc. sviz. per la sorveglianza economica nel settembre del 1915 e peror˛ con efficacia la causa elvetica presso il suo governo. Nel dicembre del 1915 inform˛ il pres. della Conf. Giuseppe Motta che dallo Stato maggiore dell'esercito elvetico uscivano informazioni destinate alle legazioni degli Imperi centrali (affare dei Colonnelli). Dal 1921 al 1925 fece parte della commissione permanente dei mandati della Soc. delle Nazioni.


Fonti
DDS, 5; 6
Bibliografia
– H. R. Ehrbar, Schweizerische Militńrpolitik im Ersten Weltkrieg, 1976
– P. Luciri, Le prix de la neutralitÚ, 1976

Autrice/Autore: Victor Monnier / gbe