No 1

Estreicher, Tadeusz

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 19.12.1871 Cracovia, morte 8.4.1952 Cracovia, cittadino polacco. Figlio di Karol, direttore della Biblioteca jagellona di Cracovia, autore della Bibliografia polska. ∞ Elżbieta Kiersnowska. Dopo aver ottenuto il dottorato in chimica organica a Cracovia (1897), proseguì gli studi a Berlino, Lipsia e Londra sotto la guida di William Ramsay. Assistente (1899) e poi libero docente all'Univ. di Cracovia, inventò l'apparecchio per la liquefazione dell'idrogeno. Chiamato a Friburgo, fu professore di chimica minerale e generale (1906-19) e decano (1913-14). Strinse legami d'amicizia con artisti quali Stanislas Wyspiański e Jozef Mehoffer. Attivo nella propaganda polacca in Svizzera durante la prima guerra mondiale, fu uno dei principali collaboratori dell'Encyclopédie polonaise pubblicata a Friburgo a partire dal 1916. Nel 1919 rientrò in Polonia e divenne professore di chimica a Cracovia. Arrestato dai Tedeschi nel novembre 1939, rimase prigioniero a Oranienburg fino al 1940.


Bibliografia
La Liberté, 22.4.1952
Rocziniki Chemii, 26, 1952
Historia Nauki Polskiej, 4, 1987
Histoire de l'Université de Fribourg, Suisse, 1889-1989, 2, 1991, 696

Autrice/Autore: Halina Florkowska-Frančić / lor