Chaux-du-Milieu, La

Com. NE, distr. Le Locle, nella valle di La Brévine; (1310: calvum de Escoblon; in seguito Chaux de Cachot, Chaux Baussan). Pop: 805 ab. nel 1850, 954 nel 1860, 893 nel 1900, 661 nel 1910, 462 nel 1950, 336 nel 1970, 422 nel 1990, 398 nel 2000. Nel 1310 il conte di Neuchâtel infeudò delle terre di C. ad alcuni ab. di Morteau (Franca Contea). A partire dall'inizio del XVI sec., nella regione si insediarono ab. di Le Locle. Essi fecero capo alla parrocchia di Le Locle fino al 1716, anno in cui venne fondata la parrocchia di C. e costruita la chiesa. Fino al 1821 C. fece parte delle giurisdizioni di Travers e di Rochefort, fino al 1848 di quella di La Brévine, poi del distr. di Le Locle. Il com. fu fondato nel 1825. All'inizio del XX sec. due fabbriche di orologi davano lavoro ai contadini della regione, che in precedenza lavoravano a domicilio (produzione di pizzi, orologeria). Nel 2000 ca. il settore agricolo forniva ca. la metà dei posti di lavoro di C. Per ovviare al calo demografico, negli anni 1970-80 il com. ha messo a disposizione nuove aree edificabili, inizialmente riservate solo agli autoctoni, poi rese accessibili anche ai forestieri.


Bibliografia
MAS NE, 3, 1968, 309-314

Autrice/Autore: Myriam Volorio Perriard / pcr