21/08/2007 | segnalazione | PDF | stampare | 
No 1

Giller, Agaton

nascita 11.1.1831 Opatowek presso Kalisz (Polonia),morte 17.7.1887 Stanislavˇv (Galizia). Figlio di un impiegato. Celibe. Per le sue pubblicazioni in Galizia venne deportato nel 1854 in Siberia. Amnistiato, lavor˛ a Varsavia come giornalista e partecip˛ alla preparazione dell'insurrezione del 1863. Da marzo a giugno di quell'anno fu a capo del governo nazionale; in seguito si rifugi˛ in Sassonia, dove diede alle stampe il giornale Ojczyzna ("La Patria"). Su pressione delle autoritÓ russe, nel 1864 dovette partire per la Svizzera; qui rimase fino al 1867, proseguendo la pubblicazione del suo giornale nella tipografia da lui creata a Bendlikon (com. Kilchberg, ZH). Riuný i Polacchi rifugiati in Svizzera in soc. di mutuo soccorso e poi organizz˛ in Francia la Soc. di aiuto agli emigrati polacchi studenti all'estero. Tornato in Galizia nel 1870, espulso nel 1878, si stabilý al Museo polacco di Rapperswil (SG), da dove lanci˛ l'idea del Tesoro nazionale polacco. Su suo consiglio i Polacchi d'America organizzarono nel 1880 l'Unione nazionale polacca, ancora oggi esistente. Nel 1880 fece ritorno in Galizia.


Bibliografia
– H. Florkowska-Frančić, Emigracyjna działalność Agatona Gillera po powstaniu styczniowym, 1985

Autrice/Autore: Halina Florkowska-Frančić / cor