No 1

Kropotkin, Pëtr

nascita 9.12.1842 Mosca, morte 8.2.1921 Dmitrov (presso Mosca). Figlio del principe Alexei. Principe. Nel 1872 si recò in Svizzera per raccogliere informazioni sul movimento operaio intern. I contatti con la Fédération jurassienne ebbero un'influenza decisiva sul suo orientamento verso l'anarchismo. Imprigionato a San Pietroburgo per agitazione politica (1874-76), nel 1877 tornò in Svizzera, soggiornando a La Chaux-de-Fonds, Ginevra e Clarens. Fondò e diresse il giornale Le Révolté. Nell'agosto del 1881 fu espulso dalla Conf. su pressione del governo russo. Fatto prigioniero in Francia (1883-86), si trasferì in Inghilterra e nel 1917 tornò in Russia. È considerato il principale esponente dell'anarchismo comunista. Grazie alla sua personalità e all'ampia diffusione dei suoi scritti, ebbe un'importante influenza sul movimento anarchico. Fu anche uno scienziato di rilievo, in particolare nell'ambito della geografia e della geologia russe. Nelle sue Memorie di un rivoluzionario (1899) parlò tra l'altro dei suoi soggiorni in Svizzera.


Bibliografia
– H. Hug (a cura di), Peter Kropotkin (1842-1921), 1994 (con bibl.)

Autrice/Autore: Heinrich Riggenbach / mdi