No 7

Räber [Raeber], Kuno

nascita 20.5.1922 (Kuno Zehnder) Klingnau,morte 28.1.1992 Basilea, catt., di Lucerna e Einsiedeln. Figlio di Meinrad Zehnder e di Maria Josefina nata R. Dal 1939 madre e figlio assunsero il nome R. ∞ (1950) Margarete Ulrike Georgi, figlia di Félix. Dopo gli studi di storia, filosofia e letteratura, fu direttore della scuola sviz. di Roma (1951), insegnò in ambito acc. a Tubinga e Amburgo (1952-57) e, dal 1958, fu attivo come scrittore a Monaco. Fu autore di poesie (Die verwandelten Schiffe, 1957), anche in dialetto (Abgewandt Zugewandt, 1985), e soprattutto di romanzi, in cui, utilizzando un linguaggio estroso, si confrontò con tematiche storiche, miti e con il cristianesimo (Alexius unter der Treppe oder Geständnis vor einer Katze, 1957; Sacco di Roma, 1989). Gli furono conferiti il premio dell'Acc. bavarese di belle arti (1968), il premio Tukan della città di Monaco (1973) e i premi letterario (1979, 1988) e artistico (1991) della città di Lucerna.


Opere
Werke in 5 Bänden, 2002-2004
Archivi
– Fondo presso ASL
Bibliografia
KLG
Der Dichter K. Raeber, 1992

Autrice/Autore: Rosmarie Zeller / rza