16/06/2011 | segnalazione | PDF | stampare

Staldenried

Com. VS, distr. Visp; (1389: am ryede; 1638: Stalden Riedt). Insediamento sparso di origine alemanna situato sul versante orientale della bassa valle di Visp e comprendente una ventina di frazioni oltre a quelle più grandi di Gspon (1893 m), Zur Kirche e Zur Tanne. Pop: 186 ab. nel 1802, 201 nel 1850, 284 nel 1900, 446 nel 1950, 554 nel 2000. Nel 1548 le frazioni di Ried, Gspon, Kleeboden e Finilen si dotarono di uno statuto comune, ampliato nel 1587 e nel 1588, che regolava i diritti di successione e compravendita, il pascolo, il taglio dei boschi e lo sfruttamento delle acque. Sul piano ecclesiastico, S. dipese dalla grande parrocchia di Visp e, dal 1535, da Stalden; nel 1869 costituì una parrocchia indipendente. La nuova chiesa parrocchiale venne realizzata nel 1960 da Felix Grünwald. Una funivia collega S. a Gspon (dal 1950) e a Stalden (dal 1951). La strada lungo la valle fu costruita nel contesto della ricomposizione parcellare (1980-82). Nel 2000 il 79% degli ab. lavorava fuori com., spec. presso la Lonza a Visp; a titolo accessorio molti di loro praticavano attività agricole (viticoltura, allevamento di capre e pecore, economia lattiera).


Bibliografia
1. Heimattagung in Staldenried, [1991]
Gspon und die Sankt-Anna-Kapelle, 1991

Autrice/Autore: Bernard Truffer / sor