02/04/2007 | segnalazione | PDF | stampare

Lalden

Com. VS, distr. Visp, situato al margine settentrionale della pianura del Rodano presso Visp; (1218: Laudona; 1540: Lalden). Il villaggio si Ŕ sviluppato a partire dall'antico nucleo (con la casa Owlig, 1520) in direzione della pianura, dove sono sorti quartieri moderni. Pop: 90 ab. nel 1802, 139 nel 1850, 188 nel 1900, 443 nel 1950, 651 nel 2000. Dal ME L. Ŕ collegato a Visp da un ponte (in origine in legno, dal 1924 in ferro, dal 1976 in cemento armato). Fino al 1798 fece parte del quartiere di Visp nella decania omonima. Il com. era retto da due governatori (Gewalthaber). Gli statuti com. del 1540 furono rinnovati nel 1734. Nel 1662 Ŕ menz. una casa com. (ricostruita nel 1744). La spartizione dei boschi comuni fra L., Visp e Eyholz fu effettuata nel 1625 e 1629. Sul piano religioso L. dipese da Visp fino al 1965, poi divenne una parrocchia indipendente. La cappella di S. Giuseppe risale al 1666, la chiesa agli anni 1974-76. Un sistema di irrigazione viene menz. giÓ nel 1312; oggi le attivitÓ agricole si limitano per lo pi¨ all'allevamento di pecore, praticato in forma accessoria. Gli impianti costruiti dalle soc. petrolchimiche Lonza AG e Teranol AG (1962-66) hanno trasformato L. in un sito industriale. Nel 2000 il settore secondario offriva oltre quattro quinti dei posti di lavoro.


Bibliografia
– P. Jossen, Lalden, 1979

Autrice/Autore: Philipp Kalbermatter / mdi