No 1

Paeschke, Carl

nascita 17.10.1895 Kriescht (Slesia, oggi Krzeszyce, Polonia), morte 14.12.1983 Ascona, prot., poi senza confessione, cittadino ted. Figlio di Friedrich, commerciante, e di Helene Engel. ∞ 1) Anna Schulz; 2) Christa Krings. Commerciante tessile, fu giornalista e pacifista. Membro del partito socialista ted. dal 1926, fu redattore di diversi organi di partito (1929-32). Nell'agosto del 1932 sfuggì a un attentato dinamitardo del reparto d'assalto del partito nazionalsocialista dei lavoratori ted. Rifugiatosi in Svizzera nel marzo del 1933, venne riconosciuto quale rifugiato politico e ottenne il sostegno dell'org. di soccorso ai rifugiati del PS. Collaboratore del Volksrecht e della NZZ a Zurigo, fece parte della Comunità culturale degli emigranti (1941-45) e poi dell'Ass. per la tutela degli scrittori germanofoni in Svizzera (1945-58).


Opere
Mein Leben in Deutschland, 1940
Archivi
– Fondo presso Ist. di storia contemporanea, Monaco di Baviera
Bibliografia
BHE, 1, 546

Autrice/Autore: Hermann Wichers / sma