Brüttelen

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Com. BE, distr. Erlach, situato al margine settentrionale del Grosses Moos, ai piedi dello Schaltenrain, comprendente il villaggio di B. (1142: Britinie; 1148: Britelgio; 1183: Britillo; antico nome franc.: Bretiège), gli antichi bagni di B., Gäserz (dal 1917) e fattorie isolate. Pop: 338 ab. nel 1764 (con Gäserz), 597 nel 1850, 522 nel 1900, 610 nel 1950, 633 nel 1970, 517 nel 1980, 643 nel 2000. Ritrovamento di tombe risalenti a varie epoche, dal periodo di La Tène all'alto ME; selci appartenenti al Paleolitico e al Neolitico (Niederhölzli, Eichmatte, Mösli), tumuli del periodo di Hallstatt e laterizi romani (Lööli). Si presume che nel ME sullo Schaltenrain vi fosse un abitato. B. fa capo alla parrocchia di Ins; la cappella del priorato di Payerne, menz. nel 1142, è scomparsa. Un casato von B. è attestato nel XII-XIII sec. Titolari dei diritti fondiari e di decima nel ME furono, tra altri, i conti de Neuchâtel, la chiesa di Ins, i conventi di Gottstatt e di Sankt Johannsen. Le principali fonti di reddito del com., oltre alla cerealicoltura (un mulino è menz. nel 1255), furono una cava di pietre (XVII sec.) e i bagni, fondati nel 1737. A partire dal 1886 lo stabilimento dei bagni fu adibito ad altre funzioni; dal 1898, ad esempio, ospitò l'orfanotrofio femminile cant. e dal 1982 vi ha sede la fondazione per disabili B.-Bad. La pop. è dedita prevalentemente ad attività agricole e artigianali; nel 1990 il 48% degli attivi operava nel primario. La ferrovia elettrica a scartamento ridotto Bienne-Ins, costruita nel 1917, favorisce il lavoro pendolare. Nonostante gli incendi del XVII-XIX sec., si è conservata buona parte delle antiche costruzioni del villaggio.


Bibliografia
– H.-R. Egli, Die Herrschaft Erlach, 1983, spec. 85-90
– H.-P. Ryser, Bauinventar der Gemeinde Brüttelen, 1999

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / vfe