19/05/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Laufen-Uhwiesen

Com. ZH, distr. Andelfingen; (858: ad Laufin; 1290: ze Uwisan). Situato nella periferia dell'agglomerato di Sciaffusa, il com. residenziale di L. comprende il villaggio di Uhwiesen, posto su un terrazzo del Cholfirst, l'insediamento di Laufen, con il castello presso la cascata del Reno, e la frazione di Nohl sulla sponda destra del Reno. Fino al 1840 formava un com. politico con Flurlingen. Pop: 41 fuochi nel 1467, 388 ab. nel 1643, 794 nel 1850, 824 nel 1900, 795 nel 1950, 1048 nel 1970, 1369 nel 2000.

Nell'alto ME il territorio di L. era scarsamente popolato. Lo sviluppo ebbe origine dal centro di Laufen, piccola signoria attestata al più tardi dal IX sec., che inizialmente comprendeva unicamente una fortezza e una chiesa, a cui si aggiunsero nel XIV sec. una grande corte (Kelnhof) e un mulino. Nel IX sec. è menz. anche la curtis di Mörlen. Il villaggio di Uhwiesen, sorto nel basso ME come insediamento colonico, nel corso del XV sec. divenne il nucleo principale grazie alla viticoltura. Dal XII sec. la signoria fondiaria era detenuta dai vescovi di Costanza, mentre dal 1440 ca. la bassa giustizia veniva amministrata dai von Fulach, fam. cittadina di Sciaffusa. L'alta giustizia di L. dipendeva dalla contea di Kyburg e insieme a questa passò sotto il dominio di Zurigo (dal 1424 e definitivamente nel 1452). Nel 1544 Zurigo acquistò anche la bassa giustizia e riunì tutti i suoi diritti signorili nel baliaggio di Laufen, che fu amministrato fino al 1798. Menz. per la prima volta nel 1155 come proprietà del vescovo di Costanza, la chiesa di S. Ilario a L. costituì il centro di una parrocchia matrice. Il diritto di collazione ebbe diversi titolari (nel 1349 i signori von Tengen) e passò a Zurigo solo nel 1806. Menz. per la prima volta nel 1491 come filiale di Laufen, la cappella di Uhwiesen fu profanata durante la Riforma. Il com. ebbe origine dal baliaggio vescovile di Uhwiesen. La locanda Drei Linden, sede del tribunale vescovile, serviva anche come palazzo com. Nel 1604 il com. fece stilare un inventario di beni. L'analisi dell'inchiesta economica del 1767 attesta una prevalenza della campicoltura e della viticoltura. Nel villaggio si contavano 65 maiali, 70 mucche e 20 buoi, ma soltanto due cavalli. Nel 1557 ai pescatori di Nohl, che possedevano diritti di pesca sulla sponda sinistra del Reno, fu imposto l'obbligo di pescare il salmone per le autorità zurighesi. Nel 1838 fu ricostruita su un nuovo tracciato la strada tra Andelfingen e Sciaffusa. Nel 1857 fu aperta la stazione di Dachsen, sulla linea ferroviaria delle cascate del Reno gestita dalla Ferrovia del Nord-Est dopo la fusione. Intorno al 1850 si contavano 100 agricoltori, 45 artigiani e quattro operai qualificati, che lavoravano nelle industrie della vicina località di Neuhausen. A Nohl 14 persone erano attive nella navigazione. Il settore primario, che nel 1941 dava lavoro a un terzo della pop. attiva, nel 2000 occupava ancora un settimo dei lavoratori (un terzo nel secondario).


Bibliografia
Uhwieser Mappe, 1985-
– K. Wanner, Siedlungen, Kontinuität und Wüstungen im nördlichen Kanton Zürich, 1984, 119-132
– W. U. Guyan, Laufen-Uhwiesen im Zürcher Weinland, 1988
– P. Niederhäuser, «Adel, Dorfgemeinden und Herrschaftsstrukturen im Zürcher Weinland im Übergang zur Frühen Neuzeit», in Wirtschaft und Herrschaft, a cura di T. Meier, R. Sablonier, 1999, 203-244

Autrice/Autore: Martin Illi / sma