No 1

Einaudi, Luigi

nascita 24.3.1874 Carrù (Piemonte), morte 30.10.1961 Roma, cittadino it. Economista, fu professore di scienza delle finanze a Torino (Univ. di cui venne nominato rettore il 3.9.1943), alla Bocconi di Milano e al Politecnico di Torino. Senatore dal 1919. Collaborò al Corriere della Sera (1903-25) e alla Riforma sociale, di cui fu direttore dal 1908. Oppositore al fascismo dopo il delitto Matteotti (1924), riparò in Svizzera con la moglie il 26.9.1943. Visse dapprima in un campo per profughi a Losanna, poi a Basilea e, dal marzo del 1944, a Ginevra, dove tenne un corso presso il campo univ. per gli internati it. Collaborò (con lo pseudonimo Junius) al foglio L'Italia e il secondo Risorgimento, supplemento di Gazzetta Ticinese. Discusse dell'idea federalista con Ernesto Rossi e Altiero Spinelli, pubblicando a questo proposito I problemi economici della federazione europea; intrattenne contatti con la principessa Maria José di Savoia. Trasportato in patria da un aereo alleato il 9.12.1944, dal maggio 1948 al 1955 fu pres. della Repubblica it.


Opere
Diario dell'esilio 1943-1944, a cura di P. Soddu, 1997
Bibliografia
– E. Signori, La Svizzera e i fuorusciti italiani, 1983
DBI, 42, 363-377
– R. Broggini, Terra d'asilo, 1993

Autrice/Autore: Mauro Cerutti