No 1

Jedlicka, Gotthard

nascita 6.5.1899 Zurigo, morte 9.11.1965 Duisburg, rif., dal 1914 di Zurigo. Figlio di Franz, imbianchino. ∞ Frieda Wegmann. Studiò a Zurigo, Grenoble e Parigi, conseguendo il diploma di insegnante di scuola elementare e secondaria. Docente di scuola secondaria a Winterthur, nel 1928 conseguì il dottorato in lettere e nel 1934 l'abilitazione. Dal 1939 fu professore straordinario e poi ordinario (1945-65) di storia dell'arte all'Univ. di Zurigo. Editore della rivista Galerie und Sammler e della collana di libri d'arte delle edizioni Scherz, fu inoltre redattore della rivista Das Werk. Fu autore di numerose pubblicazioni letterarie e artistiche, redatte in un'ottica di estetica vissuta, di monografie, tra l'altro su Henri de Toulouse-Lautrec (1929), Pieter Bruegel il Vecchio (1938), Eduard Manet (1941) e Max Gubler (1959), e di romanzi. Fu membro di diverse ass., tra cui l'Ass. intern. dei critici d'arte, l'Acc. ted. di lingua e poesia, il PEN Club e la Soc. sviz. degli scrittori.


Opere
Wege zum Kunstwerk, 1960
Archivi
– Fondo presso ZBZ
Bibliografia
– E. Hüttinger, H. A. Lüthy, G. Jedlicka, 1974 (con elenco delle op.)
NZZ, 30.4.1999

Autrice/Autore: Juerg Albrecht / vfe