No 9

David, Lodovico Antonio

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 13.6.1648 Lugano, morte ca. 1720 Roma, catt., di Lugano. Dal 1676 coniugato. Allievo a Milano di Francesco Cairo e, dal 1665, di Ercole Procaccini il Giovane. Dal 1667 al 1684 visse e lavor˛ a Venezia, intercalando soggiorni a Bologna, dove fu allievo di Carlo Cignani, a Mantova e a Parma; nel 1686 si trasferý a Roma. Qui studi˛ e trascrisse il Codice Leicester di Leonardo, compil˛ una Vita del Correggio e stese un trattato sull'arte critico verso le idee del Vasari e i principi dell'Acc. di S. Luca: tutti questi manoscritti andarono perduti. Fu inoltre in corrispondenza con alcuni importanti storici contemporanei, tra cui Ludovico Antonio Muratori e Pellegrino Antonio Orlandi. Nei pochi dipinti rimasti a Venezia e Roma si nota una vena pittorica votata al plasticismo e al luminismo di origine lombarda, rinvigorita dai contatti con il tenebrismo veneziano. Suo figlio Antonio, nato a Venezia attorno al 1684, fu anch'egli pittore.


Bibliografia
DBI, 33, 147-151
DBAS, 251

Autrice/Autore: Laura Damiani Cabrini