22/09/2008 | segnalazione | PDF | stampare | 

Martisberg

Com. VS, distr. Raron orientale; (1311: Martisperg). Il com. (insediamento sparso) Ŕ situato sulle pendici settentrionali della valle del Rodano. Pop: 90 ab. nel 1850, 86 nel 1900, 66 nel 1950, 27 nel 2000. Un tempo appartenente alla contea di M÷rel, dal 1263 al 1798 fece parte di una castellania costituita dal vescovo di Sion; per questa ragione rest˛ in buona parte escluso dalle cariche decaniali del Raron orientale. Sul piano ecclesiastico M. fece inizialmente capo alla parrocchia di M÷rel, dal 1634 a quella di Grengiols e dal 1959 a Lax. La cappella della Madonna e di S. Martino, menz. nel 1697, fu sostituita nel 1950/51 con una cappella dedicata a S. Antonio. Una comunitÓ di ab. Ŕ attestata nel 1351; dal XIV sec. l'irrigazione dei magri terreni di montagna era regolamentata con i com. vicini. Il nucleo principale era in origine probabilmente Derfji, oggi Ŕ la localitÓ di Hittubodu (situata a una quota pi¨ bassa, a 1346 m), dove giÓ nel 1795 fu costruita una casa com. Nel XIX sec. si registr˛ un'emigrazione diretta spec. in Argentina, nel XX sec. la partenza verso i centri urbani.


Bibliografia
– P. Arnold, Licht und Schatten in den 10 Gemeinden von Oestlich-Raron im Wallis, 1961
MAS VS, 3, 1991, 170-77

Autrice/Autore: Philipp Kalbermatter / vfe