Troistorrents

Com. VS, distr. Monthey; (1248: Trestorrens). Situato nella valle della Vièze (val d'Illiez), sulla sponda sinistra del Rodano, comprende i villaggi di T., Morgins, Chemex, Chenarlier, Croix-du-Nant e Vers-Ensier. Pop: 1191 ab. nel 1850, 1556 nel 1900, 1836 nel 1950, 3567 nel 2000. Nel 1947 sono state rinvenute alcune monete romane. Parte della castellania di Monthey, nel 1536 passò sotto la dominazione delle decanie. Il villaggio conservò il proprio ministeriale (métral); questa carica fu ricoperta dal 1480 dalla fam. Nicolerat, che nel 1619 la vendette ai du Fay, i quali la cedettero in seguito al com. Al più tardi dal 1258 e fino al 1798 l'abbazia di Saint-Maurice detenne la signoria di Chièzes (villaggio scomparso) e Cries, amministrata da un ministeriale, poi da un castellano (1503). Nel 1505 l'abbazia, malgrado le proteste del castellano di Monthey, istituì una corte di alta giustizia a Chièzes. Liti continue fra T., Monthey e Collombey indussero la Dieta vallesana a separare i tre com. (1787); T. formò quindi una nuova castellania. Nel 1790 il villaggio aderì alla rivolta degli ab. di Val-d'Illiez (Pierre-Maurice Rey-Bellet). Nel 1839 T. e Illiez riconobbero il governo di Sierre e furono occupati dalle truppe di quello di Sion. La milizia di T. prese parte alla battaglia del Trient (1844) tra le file della Vecchia Svizzera; nel 1847 il com. venne occupato dalle truppe fed. Una cappella, dipendente da Collombey, è attestata nel 1248; T. divenne parrocchia prima del 1278. La chiesa di S. Maria Maddalena (1702) fu restaurata nel 1959. Ogni villaggio possiede la propria cappella. Com. a carattere agricolo (cerealicoltura, allevamento, viticoltura), nel 2005 il settore primario offriva ancora il 12% dei posti di lavoro. Durante l'ancien régime molti ab. furono attivi nel servizio mercenario. Nel 1851 ca. 60 persone emigrarono in Algeria. Per approfittare del nascente turismo, nel 1866 il com. patriziale di T. fece costruire un albergo. La stazione sulla linea ferroviaria Monthey-Champéry venne inaugurata nel 1908, la strada carrozzabile nel 1911. Il turismo invernale si sviluppò dagli anni 1940-50, spec. a Morgins. I mulini della Tine (1401) sono stati dichiarati monumenti storici.


Bibliografia
– M. Donnet-Monay, G. Berthoud, Troistorrents d'hier à aujourd'hui, 2006

Autrice/Autore: David Rey / gbp