19/03/2014 | segnalazione | PDF | stampare | 

Turtmann

Ex com. VS, distr. Leuk, dal 2013 parte insieme a Unterems del nuovo com. di T.-Unterems; (1050: Curtmannonis; 1210: Torthemanei e Tortemagny, franc.: Tourtemagne). Situato sulla piana a sud del Rodano, allo sbocco della valle di T., comprende l'omonimo villaggio e le frazioni di Tännu e Ried. Pop: 253 ab. nel 1798, 433 nel 1850, 519 nel 1900, 751 nel 1950, 992 nel 2000. Sono state rinvenute pietre cuppelliformi. Nel XIII sec. T. apparteneva a un conte (comitis de Tortemagny nel 1210 e 1267). Parallelamente vi possedettero beni anche Wilhelm de Curia e i figli Heinrich e Peter (1210), il maior Aymon di Leuk (1250), il vescovo di Sion (1383) e Peter von Raron (1427), signore d'Anniviers. Un ordinamento sul traffico delle merci risale al 1310 (stazione di sosta di T.), e una regolamentazione dell'approvvigionamento di acqua potabile al 1435. Nel 1479 T., Tännu, Ried e Unterems costituirono un com. Il regolamento del 1515, ampliato nel 1535, fu sostituito da statuti com. (Bauernzunft) nel 1586. Nel XVI e XVII sec. sorsero le prime case signorili, tra le quali quella di Kaspar Stockalper, la cui costruzione prese avvio verso il 1670 ma venne sospesa dopo la caduta in disgrazia di quest'ultimo (1678). La fondazione di una confraternita di tiratori data del 1708. Sul piano ecclesiastico T. dipese da Leuk prima di formare con Ergisch una parrocchia autonoma dal 1663 al 1861. Nel 1451 disponeva di una piccola chiesa. Nel 1723 fu istituita una prebenda cappellanica. La nuova chiesa parrocchiale di S. Giuseppe venne costruita in stile storicistico nel 1864-66. Della vecchia chiesa abbattuta nel 1865 si conservò l'ossario. Fino al 1879 T. fu una stazione di posta sulla tratta Briga-Sion. Rimase un villaggio rurale dedito all'allevamento del bestiame (tra cui cavalli), all'agricoltura, all'economia alpestre (valle di T.) e alla viticoltura fino al XX sec. ampiamente inoltrato; industria e artigianato si svilupparono più tardi. All'inizio del XXI sec. la maggioranza della pop. attiva era costituita da pendolari in uscita, spec. verso Visp e Steg. Nella centrale Mühlackern la Argessa AG (Illsee-Turtmann AG fino al 2002) produce elettricità sfruttando tra l'altro le acque del fiume Turtmänna. Fino al 2003 esistette un aerodromo militare della seconda guerra mondiale.


Bibliografia
– W. Meyer, Familien-Chronik Turtmann, 1991

Autrice/Autore: Alois Grichting / mib