• <b>Kleinandelfingen</b><br>Particolare del piano delle decime del 1661 realizzato da  Hans Conrad Gyger,   cartografo e agrimensore (Staatsarchiv Zürich, Plan Q 201). Situato sulla sponda settentrionale della Thur, il villaggio risultava collegato ad Andelfingen da un ponte menzionato già nel 1324. Le diverse colorazioni mostrano le varie forme di sfruttamento del suolo. I campi, coltivati con il sistema dell'avvicendamento triennale delle colture (giallo, rossastro, verde pallido), e la cintura formata dai boschi comunali a nord (verde scuro) occupano la maggior parte della superficie. Una fascia verde chiara, che segue il vecchio letto del fiume e che divide due appezzamenti, inizia su un pendio di vigneti a nord del villaggio e prosegue con prati, pascoli e boscaglia. L'insediamento è attorniato da prati che formano una striscia che si snoda anche lungo le rive della Thur.

Kleinandelfingen

Com. ZH, distr. Andelfingen, testa di ponte sulla sponda destra della Thur; (1270 ca.: ex opposito Andolfingen ultra Thuram; 1303-09: Andolfingen ennunt der Ture; 1427: Minder Andellfingen; 1474: von cleinen Andelffingen; Oerlingen, 1241: in villa Oerlingin; Alten, 1361: Alta). Zivilgemeinde fino al 1965, comprende i villaggi di Oerlingen (Zivilgemeinde fino al 1994) e Alten (Zivilgemeinde fino al 1968). Pop: 17 fuochi nel 1468, 362 ab. nel 1634, 1114 nel 1850, 1036 nel 1900, 949 nel 1950, 1202 nel 1970, 1821 nel 2000. A Oerlingen (Bergli) sono state rinvenute tracce di un insediamento romano e una grande necropoli altomedievale, mentre altri reperti sepolcrali dell'alto ME sono stati scoperti a K.-Zelgli. A sud di Alten si trova la rovina della fortezza Wesperspühl. Il ponte sulla Thur che collega K. e Andelfingen è menz. nel 1324; il traghetto parallelo al ponte fu un feudo del convento di Rheinau, che fino al 1798 amministrava la bassa giustizia a K. Attorno al 1300 gli Asburgo esercitavano l'alta e la media giustizia (diritti di avogadria) sui beni del convento situati a K. (una curtis e sei mansi) e Oerlingen (una curtis). Nel 1315 gli Asburgo trasferirono il baliaggio di Oerlingen ai Truchsessen von Diessenhofen, che probabilmente prima del 1420 avevano acquisito anche il baliaggio del villaggio di K. I diritti dei Truchsessen furono integrati nella signoria di Trüllikon, che dopo vari passaggi di proprietà passò nel 1556 al capitolo di canonici agostiniani di Kreuzlingen. All'inizio del XVIII sec. il capitolo dovette cedere la maggior parte dei suoi diritti su K. al baliaggio di Andelfingen. Originariamente esercitata dagli Asburgo, l'alta giustizia sul villaggio di K. passò alla città-Stato di Zurigo forse già nel 1434, sicuramente prima del 1489, come parte della signoria di Andelfingen. Oerlingen apparteneva invece alla contea di Kyburg, che divenne zurighese nel 1424 risp. nel 1452. Il com. di K. assunse le dimensioni odierne solo nel 1804. Sul piano ecclesiastico K. fa capo alla comunità rif. di Andelfingen. La cappella filiale menz. nel 1370 fu profanata durante la Riforma; ampliata, fu adibita a casa com. nel 1688. Costruita nel 1939, la chiesa catt. dipende dalla parrocchia di Oberstammheim. In epoca moderna nelle varie frazioni iniziò il processo di formazione com.: i documenti volti a contenere l'accesso alla cittadinanza datano del 1542 (Alten) e del 1560 (K.). Il piano delle decime del 1661 attesta che il 57% del territorio com. era costituito da campi, il 42% da bosco. L'impianto per la piscicoltura del convento di Rheinau, cit. nel 1426 come lago di Oerlingen (Oerlingersee), figurava ancora sulla carta cant. di Hans Conrad Gyger del 1667. Nel 1850 K. era un centro di limitata importanza a livello regionale, come indica la presenza di 170 contadini, 50 artigiani, due imprese edili, due fucine e due medici. L'attraversamento della Thur presso Alten fu realizzato dalla metà del XIX sec. (passerella nel 1868-77, ponte con struttura in acciaio nel 1884, ponte in legno dal 1992). Una bonifica ebbe luogo nel periodo 1925-29.

<b>Kleinandelfingen</b><br>Particolare del piano delle decime del 1661 realizzato da  Hans Conrad Gyger,   cartografo e agrimensore (Staatsarchiv Zürich, Plan Q 201).<BR/>Situato sulla sponda settentrionale della Thur, il villaggio risultava collegato ad Andelfingen da un ponte menzionato già nel 1324. Le diverse colorazioni mostrano le varie forme di sfruttamento del suolo. I campi, coltivati con il sistema dell'avvicendamento triennale delle colture (giallo, rossastro, verde pallido), e la cintura formata dai boschi comunali a nord (verde scuro) occupano la maggior parte della superficie. Una fascia verde chiara, che segue il vecchio letto del fiume e che divide due appezzamenti, inizia su un pendio di vigneti a nord del villaggio e prosegue con prati, pascoli e boscaglia. L'insediamento è attorniato da prati che formano una striscia che si snoda anche lungo le rive della Thur.<BR/>
Particolare del piano delle decime del 1661 realizzato da Hans Conrad Gyger, cartografo e agrimensore (Staatsarchiv Zürich, Plan Q 201).
(...)


Bibliografia
– E. Stauber, Geschichte der Kirchgemeinde Andelfingen, 3 voll., 1940-1943
– A. Spaltenstein, Der stille Wandel, 1997
– A. Stebler-Cauzo, «Die frühmittelalterlichen Gräber von Oerlingen / Kleinandelfingen», in RSAA, 54, 1997, 245-300
– O. Sigg, «Agrargeografische und -soziale Beobachtungen des 15. bis 17. Jahrhunderts am Beispiel von Kleinandelfingen», in Schweizerische Zeitschrift für Forstwesen, 157, 2006, 403-407

Autrice/Autore: Martin Illi / srg