Münster (VS)

Ex comune VS, distretto Goms, dal 2004 al 2016 formò con Geschinen il comune di Münster-Geschinen, integrato nel 2017 nel comune di Goms; (1221: Musterium; 1272: Comes; 1276: Conches). M. è un villaggio agglomerato, situato all'imbocco del Minstigertal. Fino al XV sec. M. era chiamato anche Goms, termine poi passato a designare l'intera vallata. Pop: 381 ab. nel 1802, 411 nel 1850, 417 nel 1900, 470 nel 1950, 455 nel 2000. Nel ME la quasi totalità della pop. contadina dipendeva dalla mensa vescovile; accanto a isolate proprietà di liberi contadini sono però attestati anche tributi fondiari destinati a signori forestieri (tra cui i Rodier e i de Platea). M. era una circoscrizione giurisdizionale (métralie) del visdominato del Goms. Nel 1379 il com. regolò con Geschinen lo sfruttamento del bosco, nel 1391 l'uso dell'alpe di Aegina. I primi statuti com. (Bauernzunft, sfruttamento degli alpeggi, beni comuni, boschi) risalgono al 1468, i secondi (strade, acquedotti, polizia agraria) al 1540 e i terzi (acquisizione, diritti e perdita della cittadinanza) al 1549; seguirono diverse aggiunte e rielaborazioni degli stessi (1560, 1579, 1587 e 1601).

Nel XVI sec. a M. si sviluppò una forte élite sensibile alla cultura, dominata fino alla fine dell'ancien régime dalla fam. Riedmatten, originaria della valle di Visp. I rappresentanti di questo casato assunsero quasi ininterrottamente la carica di principe vescovo di Sion nel XVI e XVII sec.

La parrocchia di M., menz. la prima volta nel 1247, fu probabilmente fondata nell'XI o XII sec. Secondo la tradizione la chiesa di S. Pietro (menz. nel 1309), edificata nel XVII sec. nel centro del villaggio al posto di un edificio anteriore, era l'antica chiesa parrocchiale dell'alta valle di Goms. L'attuale chiesa parrocchiale, dedicata a S. Maria, è dotata di una torre (XII sec.) che anticamente era staccata dalla chiesa e forse faceva parte di un convento. La pieve di M. comprendeva tutti i villaggi a valle fino a Selkingen; il territorio era invece diviso in quartieri. All'inizio del XVII sec. prese avvio la progressiva separazione delle filiali, che dovettero fronteggiare la forte resistenza della chiesa madre.

Nel XVII e XVIII sec. la valle di Goms e quindi anche M. conobbero un notevole sviluppo economico e culturale. Gli scambi e soprattutto il commercio del bestiame con la Lombardia lungo i passi del Grimsel, della Novena e del Gries e il servizio straniero permisero agli ab. della valle di ricavare mezzi di sostentamento. Nel XIX sec. i passi del Goms subirono sempre più la concorrenza delle strade del San Gottardo e del Sempione; nel 1882 l'entrata in funzione della Ferrovia del Gottardo provocò l'arresto del traffico delle merci attraverso il Goms. Il potenziamento dei collegamenti stradali favorì tuttavia il suo sviluppo turistico.

Nel 1915 M. fu collegato alla linea ferroviaria Briga-Oberwald. La costruzione durante la seconda guerra mondiale di un aeroporto militare, usato dal 1959 in estate anche dagli appassionati del volo a vela e dal 1993 solo a scopi civili, e l'entrata in funzione della centrale elettrica di Merezenbach rappresentarono ulteriori fonti di entrate finanziarie. Nel 1987 una colata di fango provocata da una violenta tempesta distrusse la parte del villaggio lungo il Minstigerbach. All'inizio del XXI sec. M. viveva prevalentemente di turismo e dei servizi a esso connessi; nel villaggio avevano sede la scuola con ciclo orientativo regionale (cui fanno capo tutte le località tra Blitzingen e Oberwald), l'asilo infantile e la scuola elementare (in comune con Reckingen).


Bibliografia
MAS VS, 1, 1976, 56-150
– S. Noti, Münster (VS), 1982
– F. Kreuzer, Goms, 19953
– A. Kiechler, Damals im Goms, 1999

Autrice/Autore: Robert Walpen / ato