Landhandel

Nell'Appenzello Esterno, conflitti sui dazi con San Gallo nel 1731 fecero riaffiorare i dissidi latenti che dalla firma del trattato di Rorschach (1714) opponevano la fazione dei "moderati" (guidati dalla fam. Zellweger di Trogen) a quella dei "duri" (capeggiati dai Wetter di Herisau). La Landsgemeinde straordinaria del 20.11.1732, convocata in seguito a un'azione di forza, destituý i "moderati", che detenevano la maggioranza in governo, dalle loro cariche; una guerra civile fu in seguito scongiurata solo per poco. Nel Landhandel si intrecciarono in una miscela esplosiva questioni di principio per una democrazia fondata sulla Landsgemeinde (obbligo di fornire informazioni da parte delle autoritÓ e loro competenze, diritto di critica e di opposizione), un latente disagio nei confronti del governo autoritario e rivalitÓ tra fam. e com. Sul piano formale, la crisi si concluse nel 1735 con una procedura penale contro i "moderati", ma nell'ambito della politica interna ebbe ripercussioni fino al XIX sec. inoltrato.


Bibliografia
– G. Walser, Der Appenzeller Chronik dritter Theil 1732-1763, 1830
AppGesch., 2, 162-182
– F. Brńndle, Demokratie und Charisma, 2005

Autrice/Autore: Thomas Fuchs / mdi