Chamoson

Com. VS, distr. Conthey, sulla riva destra del Rodano, situato sul conoide alluvionale della Losentse, comprendente C., Saint-Pierre-de-Clages, Grugnay, Mayens-de-C.; (1050: Camusia; 1233: Scamosum). Pop: 1140 ab. nel 1850, 1731 nel 1900, 2053 nel 1950, 2094 nel 1980, 2497 nel 2000. Nella localitÓ sono stati rinvenuti vestigia del Neolitico (ascia) e un insediamento della fine dell'etÓ del Bronzo. C. fece parte della signoria di Ardon-Chamoson fino al 1798 e del distr. di Martigny dal 1798 al 1815. Le comunitÓ di C. e di Ardon si differenziarono giÓ nel ME, ma il com. di C. venne totalmente separato da quello di Ardon solo dal 1819. La parrocchia, menz. nel 1319, fu incorporata a quella di Ardon dal 1334, al pi¨ tardi, fino al 1832; comprese Clages fino al 1945. Un nuovo santuario (1929-30) ha sostituito la vecchia chiesa Saint-AndrÚ. Frequenti inondazioni provocate dalla Losentse. Dall'inizio del XIX sec. viene sfruttata una miniera di ferro. C. possiede il pi¨ grande vigneto del Vallese (50 ettari nel 1880, 180 nel 1944, 425 verso il 1990), situato sul conoide della Losentse, creato dopo i grandi lavori del canale Sion-Riddes (1930-40), la correzione del Rodano (1936-42), il riordinamento parcellare (1937-38) e lo scavo di canali di irrigazione (1938-66). La stazione delle FFS venne edificata nel 1922. La pop. attiva nel settore primario Ŕ in costante diminuzione, mentre numerosi sono i pendolari in uscita, soprattutto verso Sion.


Bibliografia
– E. Giroud, Chamoson, 1967

Autrice/Autore: Danielle Allet-Zwissig / mfe