07/01/2002 | segnalazione | PDF | stampare

Balivo imperiale

Nominato dal re, in quanto rappresentante del Sacro Romano Impero il balivo imperiale era al tempo stesso protettore, giudice supremo della corte di giustizia penale e amministratore dei diritti e delle proprietÓ dell'Impero (terre, cittÓ e abbazie dette imperiali).

Nel basso ME l'odierno territorio sviz. comprendeva non solo le cittÓ imperiali di Basilea, Berna, San Gallo, Sciaffusa, Soletta, Zurigo e le abbazie imperiali di Disentis, di Einsiedeln, di San Gallo, del FraumŘnster e del GrossmŘnster di Zurigo, ma anche vaste proprietÓ fondiarie appartenenti all'Impero, situate spec. nella Svizzera centrale e occidentale. Questi territori vennero riuniti in baliaggi imperiali (come ad esempio l'Oberhasli) oppure, giÓ nel XII sec., infeudati a signori locali. Contro la tendenza di questi ultimi ad appropriarsi dei possedimenti loro assegnati intervennero ad esempio i duchi von Zńhringen nell'Oberland (1191), in qualitÓ di balivi imperiali e rettori di Borgogna.

Nel XIII sec. i baliaggi imperiali divennero sempre pi¨ spesso feudi imperiali delle grandi dinastie, soprattutto dei Savoia e degli Asburgo, i cui funzionari amministravano anche i diritti dell'Impero. A Zurigo, ad esempio, dopo che la cittÓ ebbe ottenuto l'Immediatezza imperiale (1218), i balivi imperiali, che esercitavano la loro autoritÓ sui due capitoli cattedrali e sulla cittÓ, furono dapprima rappresentanti della cittadinanza, in seguito funzionari asburgici riunirono in una sola persona le cariche di balivo imperiale e di giudice.

Nelle cittÓ il balivo imperiale assunse sempre pi¨ sovente funzioni paragonabili a quelle dello scoltetto. Egli infatti non solo si occupava dell'amministrazione della giustizia ma anche degli affari della cittÓ; come dimostra l'esempio di Zurigo nel XIII sec., il balivo imperiale divenne progressivamente la massima autoritÓ cittadina, alla testa del Consiglio. Nel XV sec. diversi cant. conf. acquistarono la carica di balivo imperiale (Zurigo nel 1400, San Gallo nel 1415, Sciaffusa dal 1415 al 1429). Il funzionario preposto a questo ufficio era pure pres. del tribunale, in certi casi anche responsabile dell'esecuzione delle pene. Con tali funzioni la carica di balivo imperiale sopravvisse fino al XIX sec. a San Gallo e in Appenzello Interno (1606-1872).


Bibliografia
– W. Meyer, Verwaltungsorganisation des Reiches und des Hauses Habsburg-Ísterreich im Gebiete der Ostschweiz, 1933
– Schib, Schaffhausen
– E. Ehrenzeller, Geschichte der Stadt St. Gallen, 1988, spec. 53-54
HRG, 4, 810-814
AppGesch., 3, 60
GKZ, 1

Autrice/Autore: Waltraud H÷rsch / vfe