Montagny-près-Yverdon

Com. VD, distr. Jura-Nord vaudois; (995/996: in villa Montaniaco; 1397: Montaigny-le-Courbe). Il territorio com. si estende dalla collina che sovrasta la Brinaz fino alla pianura dell'Orbe. Pop: 36 fuochi nel 1416, 256 ab. nel 1850, 263 nel 1900, 337 nel 1950, 606 nel 2000. Il sito, già occupato in epoca preistorica (pietra cuppellare, tracce di una stazione neolitica), era attraversato da una strada forse dell'epoca romana. Nel ME M. costituiva il centro della grande signoria di Montagny. Il castello, costruito nell'XI sec., fu distrutto dai Conf. nel 1475 e le terre incorporate nel baliaggio di Grandson. Dal 1798 al 2006 M. apparteneva al distr. di Yverdon. Nel 1769 l'antica chiesa parrocchiale, intitolata a S. Giuliano e menz. dal 1416, fu sostituita da un nuovo edificio. Dagli anni 1980-90 il com. conobbe un forte sviluppo commerciale e industriale, in particolare nell'area di En Chamard, situata in prossimità delle autostrade A1 (dal 1981) e A5 (dal 1984).


Bibliografia
– L. Michaud, Yverdon à travers son passé, 1969
– D. de Raemy, Châteaux, donjons et grandes tours dans les Etats de Savoie (1230-1330), 2004, 38, 153

Autrice/Autore: Philippe Heubi / cmu