05/12/2008 | segnalazione | PDF | stampare | 

Molondin

Com. VD, distr. Jura-Nord vaudois; (1380: Mollondens, Mollendens). Situato su un pianoro sovrastante il Vallon des Vaux, sulla sponda sinistra del torrente. Pop: 200 ab. nel 1803, 327 nel 1850, 330 nel 1900, 250 nel 1950, 181 nel 2000. La torre di Saint-Martin e una parte del muro di cinta sono le uniche vestigia rimaste della fortezza e del borgo, eretti nel XIII sec. e abbandonati nel XVI sec., che costituivano il centro della signoria di Saint-Martin-du-Chêne. Verso il 1380 il territorio di M. fu separato da quello di Saint-Martin e frazionato in diversi feudi, attribuiti in maggioranza a Hugues d'Estavayer. Attraverso acquisti successivi, nel XVII sec. i discendenti di quest'ultimo costituirono la signoria di M., di cui rimasero interamente in possesso fino alla fine del XVIII sec. Essa fu integrata nel baliaggio (1536-1798) e poi nel distr. (1798-2006) di Yverdon. Sul piano ecclesiastico M. dipese dalla parrocchia di Saint-Martin, poi da quella di Le Pâquier (1667). La cappella dedicata a S. Antonio, risalente al XIV sec. e ricostruita nel 1718-19, fu sostituita da una chiesa rif. nel 1955. Caratterizzato dall'agricoltura (cereali, patate, allevamento) e dall'agriturismo, il villaggio contava 13 aziende agricole nel 2000.


Bibliografia
– W. Barblan, A travers le Nord vaudois, 1989

Autrice/Autore: Philippe Heubi / gbp