Mézery-près-Donneloye

Ex comune VD, distretto Jura-Nord vaudois, dal 2008 parte del comune di Donneloye; (1186: Macerys). Situato sulla riva destra della Mentue, lontano dalla strada Moudon-Yverdon, il territorio com. si estendeva su un altipiano circondato da colline. Pop: 87 ab. nel 1764, 63 nel 1803, 97 nel 1850, 111 nel 1900, 53 nel 1950, 36 nel 1970, 69 nel 2000. Dal XIV al XVII sec. M. formò una piccola signoria che passò, in seguito a matrimoni e successioni, ai de Fernex, de Châtonay, de Rolaz, Varney e Loys. Questi ultimi la cedettero nel 1711 a Berna, che la incorporò nella signoria di Donneloye. Durante l'ancien régime M. fece parte del baliaggio di Yverdon (1536-1798) e fu poi integrata nel distr. omonimo (1798-2006). Sul piano ecclesiastico il villaggio ha sempre fatto capo alla parrocchia di Donneloye. Fino al 1989 ogni fuoco aveva la propria sorgente; fu poi costruita una rete di distribuzione dell'acqua. Il com. viveva essenzialmente di agricoltura, dedicandosi principalmente alla cerealicoltura (cinque aziende agricole nel 2000).


Bibliografia
– L. Michaud, Yverdon à travers son passé, 1969

Autrice/Autore: Philippe Heubi / frm