Basso, Giovanni

nascita maggio 1552 (Giovanni Angelo) Airolo, morte 13.10.1629 Biasca (di peste), catt., di Airolo. Figlio di Giovanni, soldato. Grazie all'interessamento di Carlo Borromeo frequentò il seminario minore di Arona e il seminario a Milano. Fu ordinato sacerdote nel 1576. Nel 1582 aderì alla congregazione degli oblati di S. Ambrogio. Parroco di Airolo dal 1577, coadiutore del prevosto di Biasca dal 1582 e poi prevosto di Biasca (1586-1629), fu provisitatore delle Tre Valli ambrosiane dal 1584 al 1629. Convinto assertore della politica borromaica, mise in pratica nelle Tre Valli i principi e le direttive del Concilio di Trento. Intrattenne una fitta corrispondenza con le autorità ecclesiastiche milanesi.


Bibliografia
HS, I/6, 424 sg.
– S. Bianconi, «Conflitti tra potere politico e potere ecclesiastico: i problemi del vicario G. Basso», in AST, 115, 1994, 29-39

Autrice/Autore: Daniela Pauli Falconi